Cucina

TORDELLI LUCCHESI

TORDELLI LUCCHESI di meglio non si può fare, l’apice del sapore, i tordelli lucchesi sono stati giudicati i migliori del mondo e non si può fare a meno di venire a Lucca e mangiarli……. ma….. c’è un ma, bisogna sapere dove mangiarli perché i ristoratori che vi danno i tordelli lucchesi fatti in casa sono pochi e non vi resta altro che chiedere a un lucchese di Lucca dentro o

Share

PASTA GORGONZOLA E MASCARPONE

PASTA GORGONZOLA E MASCARPONE   Per questo piatto, se volete, potete usare del gorgonzola al mascarpone, ma è sempre meglio acquistare i prodotti separati, danno più qualità, la ricetta non lo prevede ma sopra il vostro piatto di pasta al momento di servire due gherigli di noci ci stanno bene, anche per un effetto grafico e se volete esagerare una fettina di pera. 100 gr di panna, 70 gr di

Share

MOSTARDA  FATTA IN CASA

MOSTARDA  FATTA IN CASA non tutti sanno che esiste una mostarda toscana perché viene commercializzata quella in uso nel nord Italia. vediamo come farla 2 kg. di uva dolce bianca, 1 kfg. di mele renette, 2 pere grosse, 240 gr. di vino bianco ( vin santo), 120 gr. di cedro candito, 40 gr. di senapa bianca in polvere, cannella in polvere q.b. schiacciare l’uva come fareste per fare il vino,

Share

Le ricette di stagione.

Le ricette di stagione. L’autunno che arriva invita a mettere in tavola minestre e zuppe fumanti, come questa di farro e ceci, che ripropongo… Per 3-4 persone. Lessare 450 gr. di ceci ammollati, oppure usare ceci già lessati in barattolo e ben sciacquati. Lavare scolare e lessare anche 200 grammi di farro per 30-40 minuti (Il tempo di cottura dipende dalle diverse qualità, il farro decorticato richiede almeno un’ora). Fare

Share

IL RISOTTO CON LA TINCA

IL RISOTTO CON LA TINCA   rarissimo trovare le tinche ma la ricetta la scrivo ugualmente. Pulite le tinche e tagliatele a pezzetti, fate un trito di aglio, carota, sedano, cipolla, prezzemolo metetelo in tre giri d’olio in un largo tegame e fate insaporire a fuoco lento, aggiungete poi la tinca e fate insaporire, salate e pepate. Mettete una punta di conserva e cuocete e sfate i pezzi di tinca

Share

LINGUINE VONGOLE E FIORI DI ZUCCHINA

LINGUINE VONGOLE E FIORI DI ZUCCHINA Fate spurgare le vongole in acqua salata Fate aprire le vongole in una pentola larga con olio e aglio (peperoncino a chi piace). Separate i molluschi dai gusci, e conservate l’acqua di cottura (filtrate è possibile che le vongole hanno rilasciato sabbia).             Portate a bollore l’acqua salate leggermente e fate cuocere la pasta a metà cottura. Unite la

Share

LE CRESPELLE DELLA NONNA

LE CRESPELLE DELLA NONNA Facile, facile, facile, è la prima cosa che fanno fare ad un cuoco in cucina e le cose semplici sono sempre le più buone. Preparate un impasto con farina, uova, latte e burro fuso, sale di una consistenza tale da farci delle frittatine e fate riposare per un pò. Ungete una padella e versateci due massimo tre cucchiai di composto, rigiratelo e mettetelo da parte in

Share

GELATO DI FICHI, FICHI E NOCI

GELATO DI FICHI, FICHI E NOCI 525 g di fichi 150 g di crema di latte 75 g di zucchero un cucchiaio e mezzo di miele Preparazione Gelato di fichi: Sbucciate i fichi, frullateli nel frullatore insieme al succo di limone, dopo diluite il latte con il miele e lo zucchero versate il tutto nella polpa di fiche e amalgamate bene. Versate nella gelatiera il composto e lasciatela lavorare per

Share

L’allerta del Ministero: salame richiamato dal mercato potrebbe contenere salmonella. Lo Sportello dei Diritti: “Non mangiatelo”

L’allerta del Ministero: salame richiamato dal mercato potrebbe contenere salmonella. Lo Sportello dei Diritti: “Non mangiatelo”   Il Ministero della Salute ha emesso un avviso di richiamo dal mercato di un lotto di salame, per un possibile rischio di contagio microbiologico per i consumatori. L’alimento potrebbe contenere il batterio della salmonella. Come di consueto ha fornito i dati precisi relativi al lotto interessato nella sezione del proprio sito dedicata ai richiami

Share

CONFETTURA DI UVA FRAGOLA

CONFETTURA DI UVA FRAGOLA ricetta di Gemma Franchi di Montaltissimo lavare bene l’uva e metterla a cuocere per 30 minuti, passarla al passatutto, aggiungere 400 gr di zucchero ogni kg di uva, il succo di un limone e cuocere ancora 10 minuti. (verificare se lo zucchero è sufficente dato che l’uva fragola ha un retrogusto leggermente aspro)             se la marmellata è molto liquida aggiungere

Share