Di Gregorio Andreini

Zuppe
Proponiamo la ricetta della Zuppa di farro della Garfagnana, prodotto IGP dal 1996. Il farro viene oggi apprezzato in cucina per la sua versatilità nella realizzazione di primi piatti caldi, freddi, insalate. Povero di aminoacidi essenziali, in particolare di lisine, accostandolo a legumi di tali sostanze si compensa bene la carenza Si può cucinare con tutto, in primis con le verdure e può essere utilizzato in ogni piatto al posto anche della pasta e del riso. Il farro della Garfagnana, per le sue peculiari caratteristiche, non necessita ammollo.

Zuppa di farro della Garfagnana

Tempo di realizzazione: 45′

Difficoltà **

Ricetta di cucina

Ingredienti per 4 persone

250 gr di Farro della Garfagnana IGP
800 gr di patate
400 gr di fagioli
3 foglie di bietola
Olio extravergine di oliva
Sale

Preparazione

Lavate la carota ed il sedano e fateli a piccoli pezzetti. Tagliate finemente la cipolla. In una casseruola fate soffriggere il trito di verdure con un poco di olio. Aggiungete quindi le patate precedentemente sminuzzate e i fagioli, che avrete messo in ammollo in precedenza, e la bietola a pezzetti.

Lasciate rosolare, poi aggiungete acqua e portate a cottura come una normale minestra di verdura.

Aggiungete quindi il farro e fatelo cuocere per circa 30 minuti, avendo cura di girare frequentemente. Condite con olio extra vergine di oliva. Portate in tavola con l’aggiunta di alcune fette di pane toscano tostato.

Share