ZITI, POLPETTINE E MELANZANE

Piatto di origini chiaramente napoletane, piatto unico perché è composto di pasta, carne e verdure, poi da tanto che è buono non potrete fare a meno di mangiarne un’altro pò dopo la vostra porzione, la pasta più adatta sono gli ziti, ma ciò non toglie possiate farla con la pasta che più vi piace.
Si può servire appena fatto, condito con tutto questo ben di Dio o messo in teglia e infornato, non ci sono pesi perché dovete essere abbondanti, molto abbondanti, se è troppo il sugo vi servirà domani.
Fate delle polpettine con carne macinata al momento, un pochino di pane ammollato nel latte e strizzato, prezzemolo, noce moscata, uova, sale e pepe, fatene in abbondanza che sono buone anche mangiate con l’insalata, devono essere piccole, il doppio di un’oliva, poi le infarinate, le friggete e le tenete da parte.
Cercate di non mangiarne mentre continuate a cucinare.

Fate a dadini una o due melanzane, friggete anche quelle e come le polpette passatele nella carta dopo fritte per togliere l’olio di eccesso, tenete da parte.
Fate un bel trito di carota, sedano e cipolla, rosolatele nell’olio evo, aggiungete anche uno spicchio di aglio, quando le verdure iniziano ad appassire aggiungete tanta polpa di pomodoro e cuocete per dieci minuti, sale e pepe, a fine cottura aggiungete le polpettine.
Spezzate gli ziti alla misura che più vi torna bene, calateli in acqua bollente salata, quando sono cotti scolateli e mescolateli con la salsa e le polpettine, le melanzane decorate con basilico e servite.
Se li volete fare al forno toglieteli molto al dente, aggiungete tutti gli ingredienti, mescolate, metteteli in una teglia unta, coprite con parmigiano e pangrattato mescolati e passateli in forno a 200° a gratinare per pochi minuti.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share