Violenza di genere: inaugurato stamani a Querceta il nuovo recapito dello Sportello d’Ascolto per le donne vittime di maltrattamenti

Alla presenza del sindaco Riccardo Tarabella, del consigliere alle Pari Opportunità Vanessa Bertonelli e della Presidente della Casa delle Donne di Viareggio Ersilia Raffaelli si è inaugurato stamani a Querceta il nuovo Sportello d’Ascolto contro la violenza di genere. Attivo in precedenza nel capoluogo, lo Sportello trova nel centro socio-sanitario della Croce Bianca un ambiente discreto e ideale per il delicato servizio che svolge. Cresce anche l’operatività, con i giorni di possibile apertura che passano da uno al mese a due la settimana (lunedì mattina e mercoledì pomeriggio). Gli appuntamenti con le operatrici e consulenti volontarie della Casa delle Donne possono essere fissati con un primo contatto telefonico attraverso il numero verde 800 800 811. «Siamo molto felici di potenziare questo sportello perché vogliamo fare in modo che le donne abbiano sempre la possibilità di chiedere aiuto, il più vicino possibile a casa e in modo assolutamente gratuito e anonimo», ha detto Ersilia Raffaelli. «C’è ancora moltissimo da fare, se è vero che per il 91% dei casi il fenomeno della violenza di genere rimane sommerso. Noi vogliamo fare la nostra parte. Ringraziamo la Croce Bianca e il Comune per darcene l’opportunità».

Il centro antiviolenza della Casa delle Donne di Viareggio che opera attraverso lo sportello di Querceta garantisce ascolto, accoglienza, riservatezza, anonimato e gratuità a tutte le donne vittime di violenza. Le operatrici offrono consulenza telefonica, colloqui individuali di prima accoglienza e di valutazione del rischio, accompagnamento e sostegno nel percorso di uscita dalla violenza, consulenza psicologica e psicopedagogica e sostegno al reinserimento socio-lavorativo. In maniera più ampia, la struttura riesce ad attivare inoltre consulenze legali di carattere civile e penale, gruppi di auto-aiuto, protezione e ospitalità in situazione di rischio presso case rifugio a indirizzo segreto, interventi di sensibilizzazione sul territorio.

«Come emerge anche dalle rendicontazioni dell’anno passato, il nostro territorio ha purtroppo bisogno di servizi di questo tipo», dichiara il consigliere incaricato alle Pari Opportunità Vanessa Bertonelli. «Quella che stiamo dando è quindi una risposta concreta, un progetto in cui crediamo moltissimo e che siamo felici di aver realizzato grazie alla Casa delle Donne e con la collaborazione della Croce Bianca e dell’Avis di Querceta. Invito tutte le donne che subiscono maltrattamenti o violenze a rivolgersi senza timore allo sportello, dove ad accoglierle troveranno altre donne: esperte, qualificate, sensibili, in grado di capire il loro disagio ed accompagnarle lungo un percorso di uscita dal tunnel della violenza».

Share