È bastato aspettare qualche mese poi la verità è venuta a galla: la nomina da parte del
Presidente della Regione del segretario dell’autorità portuale di Viareggio è illegittima, senza l’accordo col comune, come noi abbiamo sempre sostenuto fino dall’inizio di questa vicenda.
Ora che gli organi competenti hanno censurato pesantemente l’operato di Giani ci auguriamo che cessi quest’atteggiamento arrogante nei confronti del nostro territorio, finiscano le prepotenze incomprensibili ai danni di Viareggio e si ritorni alla politica sana e corretta.
Noi ci speriamo.
Ps: se non basta neanche una botta così a farglielo capire…
dalla pagina facebook d igiorgio del ghingaro

Share