Viareggio si prepara alle baldorie

VIAREGGIO – La tradizione vuole che un’enorme catasta di aghi di pino (a Viareggio Pinugliori), rami e frasche venga accatastata e poi bruciata nella piazza a simboleggiare il ringraziamento alla Madonna per lo scampato pericolo che a Viareggio aveva causato centinaia di morti.

– fontenoitv

La notte del 7 settembre, vigilia della Natività di Maria Santissima, si racconta che avvenne un miracolo che fece cessare l’epidemia di colera a Viareggio. Siamo nel lontano 1854. e per la città fu u

n momento drammatico.

Da quel giorno, tutti gli anni Viareggio alza al cielo lingue di fuoco, forse sempre meno numerose ed alte per motivi di sicurezza, forse meno alimentate da partecipato spirito devozionale, ma ancora testimonianza d’attaccamento alla nostra tradizione. Tradizione che porta avanti con energia la comunità di via Guerrazzi a Viareggio che da oggi ha iniziato la raccolta di pinugliori nella pineta davanti al Colombo. Tre generazioni al lavoro per mantenere viva la cultura popolare.

Share