Nell’ambito dei servizi della Polizia di Stato, dedicati al controllo del territorio e al contrasto del crimine, uomini del Commissariato di Viareggio hanno dato esecuzione in data 01 settembre alla misura della custodia in carcere per V.G.B., italiana di 19 anni, come conseguenza dell’aggravamento della misura degli arresti domiciliari, cui era sottoposta per il reato di rapina pluriaggravata.

La donna aveva violato, più volte e a distanza ravvicinata, le prescrizioni cui era sottoposta, facendo evincere unaumentata esigenza preventiva, in virtù della gravità della condotta. Ogni violazione era stata prontamente segnalata, dando modo al Gip di Lucca di emanare il relativo provvedimento di custodia.

In data 02 settembre, nell’ambito di un servizio di contrasto all’immigrazione clandestina, la squadra anticrimine della Polizia di Stato di Viareggio ha riscontrando la presenza di due immigrati irregolari all’interno di un appartamento in via La Marmora a Viareggio. B.A. marocchino di 33 anni, pregiudicato, senza fissa dimora è stato munito di decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Lucca e Ordine del Questore di Lucca a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Altro connazionale F.M., di 31 anni, pregiudicato e senza fissa dimora, al termine degli accertamenti nel pomeriggio di ieri, è stato accompagnato da personale dipendente presso il CIE di Gradisca d’Isonzo (GO) per la successiva espulsione dal territorio nazionale.

Viareggio, 3 settembre 2020

Share