Viareggio: Arresto per spaccio nella Pineta di Ponente

Nella serata di ieri personale della Squadra Volanti del Commissariato di P.S. di Viareggio ha tratto in arresto un cittadino marocchino di 31 anni per il reato di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, intorno alle ore 22:00, nell’ambito di un servizio volto alla prevenzione e al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti, il personale in servizio di volante si portava all’interno della pineta di ponente, luogo notoriamente frequentato da spacciatori nelle ore serali e notturne.

Durante un breve appostamento il personale di polizia notava due soggetti che si aggiravano con il chiaro intento di attirare l’attenzione dei pusher per acquistare sostanza stupefacente.

Si avvicinavano, pertanto, tre soggetti magrebini ed iniziavano la trattativa per l’acquisto della droga.

A quel punto gli agenti sono intervenuti, correndo in direzione dei cinque che iniziavano a scappare dividendosi all’interno della pineta e riuscendo a far perdere le proprie tracce approfittando della concitazione del momento e delle scarse condizioni di visibilità.

Gli operatori, tuttavia, riuscivano a bloccare uno degli spacciatori di origine marocchina, ed a rinvenire un involucro di nylon contenente al suo interno sostanza stupefacente di tipo cocaina per un peso di oltre 50 grammi.

A seguito di perquisizione personale, inoltre, sono stati trovati addosso all’uomo diverse banconote di vario taglio, per un totale di circa 700 euro, nonché una banconota da 100 euro risultata poi essere falsa.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato, compresi i due telefoni cellulari utilizzati dallo spacciatore.

Condotto negli uffici del Commissariato per gli accertamenti di rito, l’uomo è stato posto in stato d’arresto e condotto presso la casa circondariale di Lucca, in attesa del processo che avverrà nella giornata odierna con il rito direttissimo.

Share