L’intervento della Provincia per l’ampliamento della sr 445 della Garfagnana dopo la frana del 2014

VIABILITA’ GARFAGNANA – AD ACQUABONA LAVORI NOTTURNI CONCLUSI  IN ANTICIPO: LUNEDI’ 24 SETTEMBRE SCATTA IL SENSO UNICO ALTERNATO 

Transito regolato da un semaforo “intelligente”

 


 

Il transito a senso unico alternato sulla sr 445 della Garfagnana in località Acquabona, al confine tra i Comuni di Castelnuovo Garfagnana e Gallicano, già preannunciato nei giorni scorsi, scatterà dalla mattina di lunedì 24 settembre, quando la ditta incaricata posizionerà i blocchi in cemento (new jersey) per delimitare la carreggiata.

Contemporaneamente sarà messo in funzione il semaforo “intelligente”, un impianto a temporizzazione variabile che consentirà di regolare il traffico a seconda dei flussi veicolari rilevati: quindi riducendo i tempi di attesa nelle ore di maggior transito.

Le perforazioni stradali cominciate il 10 settembre si stanno infatti concludendo e la ditta ha praticamente terminato in anticipo sul tempo inizialmente previsto, il lavoro svolto nelle ore notturne, grazie anche a due macchine perforatrici che sono servite per l’installazione di 120 pali da 12 metri nel sottostrada. Un intervento che, nella seconda fase, consentirà di realizzare lo sbalzo (per una lunghezza di 120 metri) per l’allargamento della carreggiata in quel punto fino ad 8,5 metri.

Nelle prossime settimane i lavori riguarderanno la demolizione di parte del corpo stradale e la realizzazione del cordolo in cemento armato di collegamento dei pali ed il relativo sbalzo.

 

I lavori ad Acquabona – finanziati dalla Provincia per 400mila euro – riguardano il secondo lotto dell’intervento di ripristino e messa in sicurezza avviato dall’ente di Palazzo Ducale a cavallo tra il 2015 e il 2016 a seguito della grossa frana del 2014 (avvenuta in due punti) sull’arteria regionale di competenza provinciale che creò non pochi problemi alla circolazione stradale.

I tecnici stimano la durata complessiva dei lavori (a partire dallo scorso 10 settembre) in poco meno di 3 mesi, ma la durata del cantiere aperto dipenderà in gran parte delle condizioni meteo del prossimo periodo.

Share