IMG_8357Presentazione della prima iniziativa “Love wins” contro l’omofobia

 

Ospite d’onore l’ex Ministro alla Sanità Umberto Veronesi con un collegamento in diretta da Milano

Sarà la presentazione di “Fuori!”, documentario a puntate che in presa diretta e attraverso brevi interviste cerca di mettere a fuoco idee, emozioni e pregiudizi nei confronti delle coppie di fatto, e una chiacchierata a trecentosessanta gradi con l’ex Ministro alla Sanità Umberto Veronesi, la prima azione culturale che il Comune di Lucca e il Comune di Capannori mettono in campo per promuovere nei rispettivi territori una cultura dell’uguaglianza, di pari dignità e diritti.

Le due amministrazioni comunali, quindi, sono insieme nella realizzazione di un percorso che si pone l’obiettivo di diffondere un messaggio chiaro di “no all’omofobia” e “si ai diritti”.

Il tutto prenderà il via venerdì 11, alle 21.15 a villa Bottini, dove sarà proiettato il documentario “Fuori!”, delle videomaker Chiara Tarfano e Ilaria Luperini in cui i protagonisti dei vari episodi, durante le riprese, camminano nelle strade di alcune città italiane e chiedono alle persone che incontrano per caso cosa pensano delle coppie formate da persone dello stesso sesso.

Accanto alla proiezione, l’iniziativa intitolata “Love wins” conta della partecipazione, attraverso un collegamento telefonico in diretta, del professor Veronesi. La serata è stata organizzata dai due Comuni in collaborazione con LuccAut, associazione lucchese per i diritti, e l’Arsenale Cinema Pisa.

Siamo molto soddisfatti di collaborare con Capannori su un tema così importante – dice il vicesindaco di Lucca Ilaria Vietina – e di grande attualità, visto che proprio in questi giorni si sta discutendo a livello nazionale delle unioni civili e che la nostra amministrazione ha approvato recentemente in consiglio comunale il registro delle unioni civili, che rappresenta un momento di civiltà in cui andiamo a riconoscere alle persone che vivono insieme una serie di diritti e conseguentemente di doveri che fin qui non sono stati garantiti”.

All’iniziativa parteciperanno anche Ingrid e Lorenza, due donne fiorentine protagoniste di uno dei brevi episodi di “Fuori!”.

L’iniziativa ha un duplice messaggio – afferma l’assessora alla cultura di Capannori Silvia Amadei –. Da un lato vuole essere un messaggio di sostegno per il Governo, un supporto a quella parte che sta cercando di portare a compimento una legge che riconosca l’unione fra persone dello stesso sesso, dando loro diritti che oggi non hanno. Dall’altro invece è un’azione politica sul territorio, perché cresca una cultura dell’uguaglianza, dei diritti, che dica no all’omofobia e a ogni forma di sentimento negativo verso ciò che consideriamo diverso. Spesso certi sentimenti sono legati alla non conoscenza. Come amministrazioni comunali riteniamo importante lavorare perché l’uguaglianza sia qualcosa di sostanziale e non solo formale nelle nostre comunità. Sappiamo che abbiamo la possibilità di fare bene perché la solidarietà e la coesione sono caratteristiche forti e radicate nei nostri territori”.

L’iniziativa sarà moderata da Raffaele Ciampi, presidente dell’associazione lucchese per i diritti LuccAut.

Come associazione ringraziamo le amministrazioni di Lucca e Capannori per la sensibilità dimostrata e l’impegno che si stanno assumendo – dice il presidente di LuccAut Ciampi –. Che le amministrazioni pubbliche diano segnali concreti su temi culturali importanti come quello di bloccare le forme di discriminazione è un atto di civiltà che ci fa ben sperare. In questi giorni è in discussione il testo di legge sulle unioni civili a livello nazionale, ci auguriamo che il Governo prenda in considerazione le tante manifestazioni a favore che provengono dalle città italiane. Come associazione portiamo avanti un lavoro quotidiano perché in Italia vi sia un ampliamento della sfera dei diritti e assicuriamo già da ora la nostra collaborazione a Lucca e Capannori per le prossime iniziative. Il cambiamento è possibile grazie ad azioni come questa”.

Share