Nessun terremoto politico nel post elezioni, la Valle del Serchio non riserva grosse sorprese.

Confermati i Sindaci Giannini, Tagliasacchi, Andreuccetti, Saisi, Bonfanti, Lunardi, Poli e Gaspari.

La percentuale di consensi più alta si registra a Careggine, 81,30 con Lucia Rossi, Molazzana dove Talani ha ottenuto un 81,07% e Camporgiano dove Pifferi è stato confermato con un 80,50%. Bonfanti a Pescaglia ha ottenuto un 76,71%

La percentuale di consensi più bassa si registra nel Comune di Gallicano dove Simonetti ha ottenuto un 2,82%.

Oltre che Simonetti a Gallicano, sia Simonini che Mastronaldi a Barga non hanno raggiunto la percentuale di voti necessaria per entrare nei rispettivi Comuni come consiglieri di minoranza.

San Romano in Garfagnana è stato il solo Comune della Valle dove ha corso una sola Lista che è riuscita a superare ampiamente percentuale di votanti e percentuale di voti validi.

Barga, Castiglione di Garfagnana e Vagli Sotto i Comuni che hanno creato più suspense agli spogli.

Tre donne siedono sulla poltrona di Sindaco: Campani, Mariani e Rossi, rispettivamente Barga, San Romano in Garfagnana e Careggine. 

Tre i sindaci “storici” che ritornano nei rispettivi comuni come Consiglieri: Puglia, Puppa e Tamagnini.

Il tema del progetto di un Pirogassificatore ha toccato le campagne elettorali di quasi tutti i comuni della Valle, soprattutto nel comune di Barga dove dovrebbe essere costruito.

Su 32 candidati 13 hanno festeggiato, altri escono a testa alta, altri ancora sono rimasti delusi dal risultato.

In alcuni casi i vincitori hanno doppiato gli avversari, in altri addirittura “triplicato”. Appuntamento, se non ci sono sorprese o fusioni, tra cinque anni.

Share