Con stupore prendo atto che il sig.re Coltelli Mario Giuseppe è riapparso sulla stampa con una presa di posizione riguardante la squadra di caccia di Vagli – precisa Sauro Piagentini capo squadra di caccia al cinghiale di Vagli – visto che il sig.re Coltelli è stato quello che ha cercato in più di un’occasione di dividere i cacciatori per far chiudere la squadra del cinghiale.

Gli invio a nome mio personale e di tutta la squadra i migliori auguri per una pronta guarigione – continua Piagentini – visto che il sig.re Coltelli dopo che ha perso le elezioni del Maggio 2019 come candidato alla carica di Sindaco di Vagli, si è ammalato e non ha ancora ripreso il lavoro presso il Comune. Lo invito pertanto a non interferire sulla squadra di caccia da me presieduta – incalza Sauro Piagentini – perchè rispettosa delle norme e dei regolamenti vigenti. Parlo come capo squadra poiché sono stato eletto in un’assemblea con la maggioranza dei voti dei cacciatori. Lui (Coltelli) parla come presidente EnalCaccia P.T. senza essere votato da nessuno, visto che è dieci anni che non viene fatta un’assemblea pubblica con i cacciatori. EnalCaccia P.T. a Vagli ha perso trenta tesserati solo nell’ultimo anno. Ora i cacciatori si chiedono – conclude Piagentini – dove sono finiti i soldi delle tessere di dieci anni? Trasparenza e legalità”

Share