Usura, fermato un italiano per l’omicidio del kosovaro

 

 

 

La Procura di Brescia ha fermato un italiano, residente a Palazzolo sull’Oglio, per l’omicidio del quarantenne kosovaro Nexhat Rama, trovato carbonizzato nel bagagliaio di un’auto a Cologne sempre nel Bresciano, e sempre sulla strada che va verso Bergamo.

 

L’uomo fermato con l’accusa di omicidio e distruzione di cadavere nel bresciano è il proprietario di un’officina meccanica, il quale doveva restituire 30mila euro alla vittima. Un prestito – non per questioni di droga, come sembrava inizialmente – con tassi da usura.

Un prestito che l’uomo non è più riuscito a saldare: dopo un litigio, il bresciano ha organizzato l’omicidio. Determinanti per le indagini sono state le telecamere fuori dalla casa della vittima e il racconto del fratello.

 

Share