La Memoria della Garfagnana tra i libri della Collana della Banca dell’identità dell’Unione dei Comuni
Prosegue il lavoro di costruzione e tutela della memoria da parte del contenitore culturale creato dall’Unione dei Comuni della Garfagnana. Un insieme di esperienze, che come ebbe modo di scrivere il Presidente e tra i creatori della Banca dell’Identità e della Memoria, Francesco Pifferi, dalle quali
Scaturisce sempre una lezione morale, civile e politica che conserva il suo valore anche nell’Italia di oggi
Il 2015 è un anno chiave per commemorare e ricordare l’inizio della Prima guerra mondiale per l’Italia, avvenuto il 23 maggio del 1915 e la fine del secondo conflitto nell’aprile del 1945; al Salone Internazionale del libro di Torino tra i tanti convegni, incontri, presentazioni di libri sono molti i saggi, i diari di guerra, i romanzi che ricordano questi due grandi momenti della nostra storia. Tra questi non potevano mancare le pubblicazioni della Collana della Banca dell’Identità e della Memoria curate dall’Unione dei Comuni della Garfagnana ed edite da Pacini Fazzi. In prima fila oltre al libro di Tommaso Teora anche i saggi di Oscar Guidi Con la guerra negli occhi. Donne e uomini di Garfagnana raccontano 1943-1945 e Dal fascismo alla Resistenza. La Garfagnana tra le due guerre. Ma è soprattutto il lungo lavoro di ricerca di Don Lorenzo Angelini Alpini di Garfagnana. Strage in Russia 1942-1943 che riannoda i fili con la tragica scomparsa di 468 giovani (in prevalenza alpini della divisione Cuneense) caduti sul lungo fronte del Don. <L’Unione dei Comuni della Garfagnana proprio in queste settimane ha proposto una serie di iniziative per celebrare la Prima guerra mondiale. Dopo l’evento di giovedì 14 maggio con la proiezione di La prima guerra mondiale nel cinema. Il fronte a cura di Pier Dario Marzi, giovedì 21 presso la sala consiliare si terrà una conferenza alle 17 che ruoterà su La Società durante la guerra a cura di Marco Vanelli. Il 23 alle ore 21 al Cinema Eden si terrà la proiezione del film Torneranno i prati di Ermanno Olmi, con la presenza del figlia del regista Betta Olmi. Il ciclo di eventi si chiuderà con la proiezione, sempre al Cinema Eden, del film Fango e gloria di Leonardo Tiberi.
simone
guerra 2

 

Share