Una residente nel centro storico si lamenta della scarsa elasticità sui parcheggi e della scarsa considerazione verso i cittadini di Lucca
“Mia figlia multata per poche ore di scadenza dell’abbonamento, ma silenzio quando le sono entrati tre volte nella macchina..”
Patrizia Giannelli, residente da anni nel centro storico, ha affidato a face book le sue lamentele per una situazione avvenuta nei giorni scorsi.
“Premettendo che ritengo il rispetto delle regole una delle componenti principali del vivere civile, mi pare che la multa comminata a mia figlia sia stata un po’ troppo …”solerte” e che forse l’amministrazione comunale di Lucca dovrebbe avere più attenzione verso chi , per una evidente dimenticanza, ritarda di poche ore un pagamento.
Mi riferisco alla multa elevata a mia figlia, che da quattro anni paga regolarmente un abbonamento annuale per la sosta al Palatucci, che le permette di raggiungere velocemente la mia abitazione, che si trova in Pelleria.
Ebbene, mia figlia il 31 Marzo è stata multata per la scadenza del suo abbonamento, che lei riteneva coprisse tutto il mese e invece era scaduto alla mezzanotte del 31 stesso.
Insomma, credo che non sarebbe stato scandaloso, analizzando la situazione di una persona che ha sempre rispettato tutte le regole, magari lasciare un avviso per poi, successivamente, procedere giustamente alla elevazione della multa.
Piccole cose, certo, che però denotano la scarsa attenzione verso i cittadini, specialmente chi in buona fede tutti i giorni cerca di comportarsi bene. Tanto per dire, nello stesso parcheggio, a mia figlia hanno aperto a scopo criminale la macchina almeno in tre circostanze….in quel caso nessuno si è visto o sentito…..”.

Share