Una pietra d’inciampo è stata posata oggi all’ingresso dell’ex ospedale psichiatrico di #Maggiano, a #Lucca, in ricordo dello psichiatra lucchese #GuglielmoLippiFrancesconi, eroe della resistenza e difensore dei diritti umani.
La cerimonia si è svolta alla presenza, tra gli altri,

Alessandro Tambellini sindaco di Lucca

, dell’assessore regionale all’istruzione Alessandra Nardini e della presidente della Fondazione Mario Tobino, Isabella Tobino.

Presente anche la nipote dello psichiatra, Micaela, che vive a Roma.
Presenti per l’Asl il direttore del dipartimento aziendale della salute mentale #RobertoSarlo ed il direttore del dipartimento tecnico e patrimonio #NicolaCeragioli.
Amico di Puccini e Pascoli, Guglielmo Lippi Francesconi (a cui è dedicata anche la strada che porta all’ ospedale San Luca) viene ricordato anche come autore, nel 1925, del primo manifesto del Carnevale di Viareggio. Fu ucciso dai nazisti nel settembre 1944, nell’eccidio della Certosa di Farneta, per il suo rifiuto di applicare sui prigionieri gli strumenti più disumani della psichiatria.

Share