Una Direzione lontana dai cittadini e dalla realtà .

Che La Sanità della Versilia se la passi un poco meglio che di tutta la restante parte della ASL Toscana Nord ovest era indubbio. In tutti questi anni anni anche grazie alle battaglie ed al pungolo del sindacato Autonomo Fials siamo riusciti a fronteggiare una legge Regionale la n. 84 del 2015 che ha prodotto disagi e disfunzioni in tutta la Sanità Toscana .

Tuttavia basterebbe che la direzione della Asl Toscana fosse piu’ presente sul territorio per capire e comprendere tutte le disfunzioni che i cittadini /utenti devono affrontare quotidianamente. Liste di attesa infinite , esami diagnostici da effettuare in giro per la toscana , Ticket esosi, attese infinite nei pronti soccorsi , carenze di posti letto , disfunzioni di servizi all’ordine del giorno. I servizi Sanitari in Versillia si reggono oramai sulla buona volontà, sulla coscienza, sulla professionalità profusa da medici , infermieri , oss, tecnici , operai, assistenti sociali, fisioterapisti da tutte le figure che operano quotidianamente per tamponare tutto cio’ che non va .

I dati forniti e che chiediamo che siano inviati anche al sindacato per una opportuna valutazione , dimostrano che la Sanità Versiliese tiene nonostante la Regione ci abbia messo del Suo per minarne le fondamenta , quindi il sindacato, come piu’ volte detto, ne chiede il potenziamento di tutte quelle attività che in questi anni hanno visto una regressione.

E’ inutile che venga sbandierata come successo il potenziamento del Pronto Soccorso in termini di organici dopo che il Sindacato Fials è dovuto passare piu’ volte dal Prefetto per ottenere organici superiori e da piu’ di un mese e mezzo chiede a gran voce ( anche a mezzo stampa ) infermieri , medici ed oss per affrontare la stagione estiva . Poco piu’ di una settimana fa’ la Fials con la Direzione Del presidio aveva raggiunto un accordo per il potenziamento delle Ore della cooperativa Cooplat per i trasporti dei pazienti dal pronto soccorso ai vari reparti proprio per aiutare gli Oss e mantenerli vicino ai pazienti.

Dopo anni che diciamo che i posti letto non sono sufficienti per la Versilia si dice che abbiamo i posti letto piu’ alti di Tutta L’area vasta salvo poi dichiarare che vanno aumentati i posti letto in Area Medica per dare aiuto ai ricoveri dal pronto soccorso . Quindi lo vogliamo dire ai CITTADINI CHE I POSTI LETTO NON BASTANO !!!!!!! lo vogliamo dire chiaramente !!!

Se la strategia Aziendale e’ quella di spostare i posti letto di alcuni reparti ( ad es. Neurologia e/o Oncologia ) in area Medica di fatto sopprimendo alcuni reparti e dedicando posti letto per le stesse patologie in area medica , TROVERANNO la ferma Opposizione della FIALS alle quali si uniranno i comitati ed i cittadini a difesa dei nostri servizi . Cio’ che c’è in Versilia deve rimanere non si tocca nulla anzi si POTENZIA . Facciamo appello alle forze politiche per far quadrato su queste scelte già avanzate , ma non ufficializzate sulle quali diciamo NO !!!

IL Sindacato FIALS si trova sempre a rintuzzare le riorganizzazioni volute dalla ASL toscana e che penalizzerebbero il nostro presidio ed il territorio Versiliese.

Purtroppo la Asl Toscana nord Ovest e di conseguenza la Regione sembra non capire i reali disagi dei dipendenti e dei pazienti utenti liquidandoli come sensazioni sbagliate . E ‘ l’ora di farla finita di snocciolare dati elaborati dall’Istituto s. Anna di Pisa , fini e se stessi i dati lo sappiamo oramai tutti Noi sono interpretabili ed a seconda di come si leggono riflettono realtà differenti.

Il Sindacato FIALS non molla la presa , oramai in toscana nessuno crede piu’ alle relazioni incensanti dei vari direttori alle parole autoreferenziali di dirigenti che oramai non rispecchiano piu’ il sentore delle persone . Quando sentiamo parlare la Direttrice De Lauretis di risparmi , vorremmo ricordare che i tre supermanager della programmazione tanto voluti perché necessari si apprestano ad essere cancellati. Bene fino ad oggi da due anni abbiamo lautamente pagato tre SUPER DIRETTORI che oggi ci accorgiamo non servire piu’ , ma di cosa stiamo parlando ???

Da oggi FIALS inizierà una PETIZIONE con raccolta firme per chiedere la cancellazione della Legge n. 84 /2015in tutta la toscana da produrre poi alle istituzioni quindi al ministro della Salute Dott.ssa Grillo al fine di presentare il Disagio dei cittadini Toscani di fronte a questa SANITA’ dichiarata Pubblica ma che Pubblica Oramai non lo è più !!

IL SEGRETARIO FIALS – VERSILIA Daniele Soddu

Share