PIAGGIONE

Stamani gli assessori Marchini e Bove hanno incontrato i rappresentanti del comitato e illustrato i progetti per la riqualificazione del paese e per risolvere il problema della illuminazione.

Stamani gli assessori Celestino Marchini e Gabriele Bove hanno incontrato una delegazione del comitato locale del Piaggione. Durante l’incontro, che si è svolto a palazzo Parensi, gli assessori hanno illustrato i progetti di riqualificazione del paese. Al Piaggione, grazie ad un accordo fra Comune di Lucca, Comune di Borgo a Mozzano e Rfi, sono stati portati a termine i lavori alla passerella pedonale che collega l’abitato a Valdottavo e che presto potrà essere riaperta dopo anni di abbandono. Da lunedì scorso l’amministrazione comunale, grazie ad un accordo con CTT Nord e con la Provincia, ha esteso la tariffa urbana del trasporto pubblico locale al servizio extraurbano, consentendo di fatto collegamenti più semplici e più economici per i cittadini che si spostano da e verso Lucca per i motivi più svariati.

A questi interventi già effettuati o in corso se ne aggiungeranno altri, come hanno spiegato gli assessori ai cittadini del Piaggione, che riguarderanno una riqualificazione della strada principale del paese, la via del Brennero. Per quanto riguarda il problema dell’illuminazione sul retro della zona residenziale che si trova lungo la via del Brennero, gli assessori hanno proposto al comitato una soluzione che consentirà, se accolta favorevolmente, di riqualificare anche questa zona del paese.

In sostanza, si tratta di andare alla stipula di una convenzione che preveda da parte dei proprietari la concessione del diritto di passo ciclopedonale e da parte del Comune la realizzazione di un percorso di collegamento fra la viabilità principale e la passerella sul ponte ferroviario del fiume Serchio. In questo modo, visto l’interesse pubblico del nuovo percorso, sarà possibile per il Comune realizzare un nuovo impianto di illuminazione pubblica che verrà così estesa su un lungo tratto che parte dalla passerella fino alla strada privata e si ricollega al centro civico. La nuova infrastruttura ciclopedonale diverrebbe così un nodo fondamentale per valorizzare il collegamento alternativo delle due sponde del fiume e la frazione stessa.

I due assessori hanno proposto ai rappresentanti del comitato di convocare insieme un’assemblea con tutti i residenti per il prossimo 4 maggio, in modo da illustrare nel dettaglio tutto il progetto di riqualificazione.

Share