In questo periodo don Luca, parroco di Seravezza, le catechiste e i bambini che frequentano il catechismo, avrebbero già fatto almeno un paio di visite a Villa San Lorenzo, la residenza per anziani che si trova di fianco al Duomo di Seravezza, presso l’Ex-Ospedale Campana.

Quest’anno, a marzo, anche il catechismo si è bruscamente interrotto a causa dell’emergenza sanitaria e maggio sarebbe stato il momento della Confessione, un passo molto importante che introduce alla celebrazione della Prima Comunione e che è bene affrontare con la consapevolezza che essere utili al prossimo è la cosa piu’ preziosa che si possa fare, per cogliere la vera essenza della cristianità. I bambini erano entusiasti e partecipavano con slancio.

Proprio per questo, la nonna di una frequentante, sicura di portare un gradito messaggio da parte di tutti i comunicandi, ha pensato di far sentire in qualche modo la loro presenza agli anziani residenti nella struttura, che li accolgono sempre con moltissima gioia, così è stato raccolto un bellissimo mazzo di calle bianche, da alcuni dei bimbi, che poi è stato recapitato in struttura, rispettando ovviamente tutte le norme previste in materia sanitaria.

I bambini sono stati molto felici di sapere che erano riusciti, anche in tempo di distanziamento sociale, a far sentire la loro vicinanza a chi li attende sempre con molta impazienza.

Share