Il cane è stato trovato quando stavano eseguendo un percorso in mountain bike. L’animale era estremamente magro e gravemente ferito nella zona del collo a causa della stretta corda che lo teneva.

Un gruppo di otto ciclisti hanno liberato sabato un cane attaccato ad un albero nella Serra de Pias di Valongo. Il video del salvataggio è stato pubblicizzato nel frattempo da Nuno Rocha, uno dei ciclisti, e, oltre a essere già diventato virale, ha causato l’indignazione di molte persone che chiedono che venga trovato il responsabile del caso. E’ stato durante un allenamento in mountain bike che i ciclisti, hanno trovato un cane legato ad un albero, senza spazio per muoversi, uno stato visibilmente indebolito con diverse ferite gravi nella zona del collo. Gli atleti hanno tagliato rapidamente la corda che conteneva l’animale e l’hanno nutrita con dei bastoncini energetici che trasportavano. Il cane era visibilmente affamato e in estrema magrezza. Tuttavia, alla fine l’animale fuggì e gli uomini non sono riusciti a portalo da un veterinario. Domenica pomeriggio, Nuno Rocha è tornato a Valongo per cercarlo. Quando fu in grado di localizzarlo, chiamò immediatamente la squadra dei vigili del fuoco di Valongo. Dopo il salvataggio, effettuato dai pompieri, il cane è stato curato e medicato. Secondo una pubblicazione su Facebook della squadra di cinotecnica dos Bombeiros de Valongo e Nuno Rocha, la cagna ha già una nuova famiglia che la accoglierà. Sono state pubblicate le fotografie delle ferite dopo essere stato portato dal veterinario. Dato lo stato in cui è stata trovata il cane, i ciclisti credono che l’animale sarebbe rimasto intrappolato per diversi giorni e che è sopravvissuto solo grazie alla pioggia che è caduta in quella zona. Puoi vedere il video del salvataggio qui: Condividi questo salvataggio con i tuoi amici

Share