UN DOCUMENTARIO PER MARIA LUISA DI BORBONE IN SAN FRANCESCHETTO

Sabato 9 dicembre alle 11.30 l’inaugurazione Nel bicentenario dell’arrivo a Lucca della DuchessaMaria Luisa di Borbone

 

Lucca, 7 dicembre 2017 – Un passaggio storico per Lucca e il suo territorio: Maria Luisa di Borbone diventa duchessa di Lucca. Una storia di duecento anni fa raccontata in un documentario che verrà presentato domani (sabato 9 dicembre) alle 11.30 nella Chiesa di San Franceschetto, annessa al Complesso di San Francesco.

“Memorie di una regina” è il titolo del filmato, realizzato da Infinity Blue a partire da un’idea di Roberta Martinelli, che verrà proiettato nel San Franceschetto fino al 23 dicembre.

 

Un’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che rientra nelle celebrazioni del Bicentenario dell’arrivo di Maria Luisa a Lucca e che si collega con l’originale mostra “Il Naso e la Storia”, allestita a palazzo Ducale, dove è stato creato un teatro olfattivo per osservare da una prospettiva inconsueta quello scorcio di inizio Ottocento, attraverso le fragranze e le emozioni che sono in grado di suscitare.

In San Franceschetto protagonista è invece la Storia. La vicenda di una donna, un’infanta di Spagna, che già per volere di Napoleone nel 1801 divenne Regina d’Etruria e che ottenne il titolo di Duchessa di Lucca durante il Congresso di Vienna, quando si stabilì appunto che la città sarebbe divenuta un ducato.

Un documentario realizzato anche grazie alla collaborazione dell’Archivio di Stato di Lucca, in cui oltre agli intrecci politici, i giochi di equilibrio di un’Europa in “restaurazione”, si raccontano anche le emozioni e i tormenti di una donna mai padrona del suo destino e sempre in gioco sulla scacchiera delle potenze europee. Una donna che però a Lucca, nella sua breve esperienza seppe lasciare il segno e imporre il ricordo di un carattere risoluto e determinato.

 

Le proiezioni ad ingresso libero e gratuito si terranno nei seguenti giorni: sabato 9 dicembre 12–18; domenica 10: 10–18; venerdì’ 15: 14–18; sabato 16 e domenica 17: 10-18; giovedì 21: 14-18; venerdì 22 e sabato 23: 10-18.

Share