I Carabinieri della Stazione di Borgo a Mozzano, alle ore 23,00 di ieri sera, hanno arrestato un albanese, che insieme ad altri complici era penetrato, previa forzatura di un lucernaio posto sul tetto, in una villa in località Piano della Rocca, nel comune di Borgo a Mozzano. Lo straniero è stato però sorpreso dalla pronta reazione delle vittime, le quali, messe in guardia dal sistema d’allarme,  a seguito di una colluttazione in cui riportavano tutte lievi escoriazioni e contusioni varie medicate sul posto da personale del 118, sono riuscite a bloccarlo, mentre tentava di scappare a bordo di una BMW, rubata nel mese di giugno a Forte dei Marmi e utilizzata dai malviventi per raggiungere il posto. L’immediato arrivo dei Carabinieri della locale Stazione ha consentito poi di trarlo in arresto e verificare che il bagagliaio della BMW rubata era colmo di attrezzi da scasso, quali smerigliatrici, piedi di porco, mazze e cacciaviti oltre a corde e torce elettriche. Dentro la macchina anche una ricetrasmittente che serviva al malvivente per comunicare con i complici.

A carico dell’arrestato, 30 anni, pluripregiudicato senza fissa dimora, risultava pendente un ordine di carcerazione per espiazione definitiva di pene concorrenti (2 anni, 9 mesi  e 5 giorni di reclusione più 500,00 euro di multa), emesso l’11 novembre 2016 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di La Spezia, sempre per reati contro il patrimonio. L’albanese ARRESTATO dovrà rispondere anche del reato di ricettazione della BMW rubata a Forte dei Marmi.

 

Sempre in Garfagnana, nelle prime ore del mattino, sono stati effettuati numerosi controlli alla circolazione stradale lungo le principali arterie stradali. Significativi due controlli eseguiti dal Radiomobile di Castelnuovo in Piazza al Serchio, dove due persone sono risultate positive all’esame dell’alcool test e quindi sanzionate ai sensi del CDS che prevede in questi casi anche il ritiro della patente.

Stessa sorte è toccata ad un automobilista controllato a Castelnuovo di Garfagnana, in località Pontecosi, da un equipaggio del Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri.

 

posto di controllo2

Share