Ultima partita per la Serie C Gold: la regular season infatti terminerà sabato 23 aprile alle ore 21:00, ora in cui tutte le squadre partecipanti al campionato scenderanno in campo.

Sarà una giornata di campionato tra le più importanti e decisive di tutta la stagione, si deciderà chi conquisterà l’ultimo podio, l’ottavo, per accedere ai play-off, chi si salverà riuscendo ad accapararsi una delle tre posizioni disponibili, dalla nona all’undicesima, e infine si deciderà chi scenderà ad occupare l’ultima piazzola libera dei play-out, la dodicesima.

Cinque squadre che dovranno trovare la loro posizione finale, Synergy, Siena e Valdisieve a 24 punti, Bcl ed Agliana a quota 22, La Synergy dovrà vedersela con l’Agliana, Siena con il Montevarchi, già retrocesso, la Valdisieve con Castello e il Bcl con il Don Bosco.

 

Il Bcl varcherà i cancelli del Palamacchia consapevole, che quando li oltrepasserà la seconda volta per il rientro a casa, dovrà avere in tasca i due punti in palio, perché non ci saranno altre opportunità per farlo.

 

Prima di Pasqua i ragazzi di Tonfoni hanno “ciccato” il primo match point a disposizione, perdendo di una sola lunghezza contro un agguerrita Agliana, diretta concorrente del Bcl nella conquista della salvezza. Tutt’altra storia invece per il Don Bosco che nel turno precedente ha liquidato la pratica retrocessione, inchiodando il Montevarchi nell’ultima posizione di classifica.

 

Tonfoni in questa occasione non si sbilancia più di tanto, la posta in palio è importante “Ci siamo preparati bene, con delle belle sedute efficaci, purtroppo però dobbiamo chiudere la stagione senza Barsanti, per gli altri, sostanzialmente tutto bene, qualche leggero problemino muscolare per Burgalassi, ma nulla di preoccupante. Abbiamo recuperato Simonetti, che subito prima della Pasqua si era ritrovato ad essere positivo al Covid, per questo volevo ringraziare tutta quanta la dirigenza che è riuscita a gestire il rientro di Simonetti, ottemperando a tutte gli steps medici necessari in tempo utile per prendere parte agli allenamenti di questa settimana”-

 

Prosegue Tonfoni “Sarà una partita molto difficile, non tanto per la storica rivalità tra le due città, piuttosto perché il Don Bosco Livorno, incarna il giusto spirito sportivo. E’ una società che storicamente ha lavorato, e lavora in modo ottimale, facendo dell’allenamento e della crescita dei loro giocatori il loro credo. Per loro ogni partita è valida per crescere e sarà una partita giocata a viso aperto, come è giusto che sia, noi dobbiamo essere seri e maturi, sapendo che la posta in palio è davvero tanta e andare a Livorno per chiuderla”.

 

Share