San Stino di Livenza, uccide la moglie a bottigliate e chiama i Carabinieri

 

Il terribile femminicidio è avvenuto nella città metropolitana di Venezia. Intorno all’ora di pranzo di oggi, 6 Dicembre, un uomo ha ucciso la moglie a bottigliate. L’omicidio si è consumato nella città metropolitana di Venezia, a San Stino di Livenza.

È stato lo stesso assassino a chiamare i soccorsi. G. P., di 65 anni ed ex lavoratore dell’azienda di trasporti veneta Actv, è stato preso in custodia dagli uomini dell’Arma ed è stato portato nella stazione locale. Per la donna non c’era più niente da fare.

L’uomo sarà interrogato per chiarire le circostanze in cui si è consumato il femminicidio.

La vittima si chiamava Cinzia Luison, ed era titolare di un salone di parrucchiera a Blessaglia, frazione di Pramaggiore, dove proponeva anche trattamenti naturali basati sulla filosofia orientale ayurvedica.

Nel 2011 si era posizionata al primo posto della classifica italiana dei Masterjam Aveda di Londra. Dal marito, responsabile della sua morte, aveva avuto due figlie, una di 22 e una di 26 anni.

D.V.

Share