TROTA DELLA GARFAGNANA ALLE BRACI 25660046_1477482575684317_3444099594221193545_n

La trota costa poco, non ha sapori particolari, le sue carni assomigliano abbastanza a quelle del branzino per la delicatezza.
Dopo aver pulito la trota dei suoi visceri, lavatela e togliete anche il sangue attaccato alla sua lisca, fatto questo asciugatela, conditela al suo interno con sale e pepe, aglio se volete, una fetta di limone e un rametto di rosmarino.
Sulla griglia mettete delle fette di limone e adagiateci sopra la trota, dopo alcuni minuti rigiratela e servitela con insalata mista.
Si può anche nun usare il limone sulla griglia mettendo magari del rosmarino o anche nulla, la trota va salata anche di fuori.
Altra maniera in uso in Garfagnana è quella di prendere delle trote di 200 gr (porzione) infarinarle e friggerle, sono divine. DI EZIO LUCCHESI

Share