Triptofano e 5-idrossiTriptofano (5-HTP): usi e benefici

Il triptofano è un aminoacido essenziale, non sintetizzato dal corpo umano, precursore della serotonina, coinvolta nella modulazione dell’umore, della melatonina, coinvolta nella regolazione dei ritmi del sonno, e della niacina o vitamina B6.
La quantità di triptofano in grado di superare la barriera emato-encefalica per poi essere fisiologicamente convertito in serotonina è estremamente bassa, circa il 3 per cento, in quanto è assorbito in modo inferiore rispetto alle proteine che lo contengono.

Si preferisce pertanto ricorrere all’integrazione con 5-HTP (che si ottiene per idrossilazione del triptofano) in quanto:
•viene assorbito in elevata quantità quando somministrato per via orale ed è in grado di oltrepassare con facilità la barriera ematoencefalica, raggiungendo così il sistema nervoso centrale.
•L’assorbimento di 5-HTP non è influenzato dalla presenza di altri amminoacidi, pertanto, può essere assunto durante i pasti senza che la sua attività venga influenzata.
•La fase limitante nella sintesi della serotonina a partire dal triptofano è rappresentata proprio dalla trasformazione di quest’ultimo in 5-idrossitriptofano. La somministrazione di 5-HTP, pertanto, consente di by-passare questo passaggio critico.

Una fonte naturale di 5-HTP idrossitriptofano è costituita dalla griffonia, una pianta leguminosa di origine africana i cui semi sono utilizzati a scopo terapeutico.

FONTE PARAFARMACIA CURA E NATURA

Share