TRA ATTUALITÀ, SALUTE, POLITICA E RELIGIONE TORNA IL TEATRO DI VERZURA
Tanti appuntamenti estivi nell’ex Convento delle Oblate

Borgo a Mozzano, 21 luglio 2017 – C’è l’attualità, sociale e politica, che torna protagonista, le questioni nazionali e internazionali, la contemporaneità e i nuovi mezzi di comunicazione. E ancora la storia, il bisogno di legalità e l’indagine a tutto tondo sul presente. Sono questi gli elementi che compongono la nuova edizione del Teatro di Verzura, che, a partire da sabato 22 luglio, troverà spazio nella splendida cornice del giardino dell’ex Convento delle Oblate (in via Roma a Borgo a Mozzano) per accompagnare il pubblico fino ai primi di settembre.

Torna infatti la rassegna estiva sotto le stelle, il calendario di incontri che porta a Borgo a Mozzano le eccellenze nazionali e internazionali nei campi più svariati.

«Il Teatro di Verzura – spiega il sindaco Patrizio Andreuccetti – è un appuntamento imprescindibile per il calendario di Borgo a Mozzano. Riusciamo ogni volta a portare su quel palco nomi di richiamo anche per l’attualità e a discutere, talvolta anche ad anticipare – basti pensare all’incontro sui vaccini dello scorso anno – temi che poi diventano dibattito pubblico. Siamo orgogliosi di annunciare anche quest’anno un cartellone di qualità, per il quale voglio ringraziare tutte le persone che per mesi hanno seguito con costanza l’organizzazione della stagione 2017. Infine una nota: da almeno due anni stiamo portando avanti un’operazione per spostare gli appuntamenti del Verzura più sul mese di agosto che su quello di luglio. Questo per permettere alle varie manifestazioni organizzate a Borgo a Mozzano di non farsi la concorrenza tra loro, ma di valorizzarsi a vicenda».

GLI APPUNTAMENTI

L’undicesima edizione del Teatro di Verzura inizia sabato 22 luglio con un incontro unico, tutto dedicato ai più giovani: lo youtuber Luciano Spinelli, seguito da oltre 200mila persone su Youtube, 400mila su Instagram e più di 600mila su Musical.ly, presenterà il suo primo libro “Insieme”, edito da Rizzoli e già un successo. Lunedì 31 luglio sarà la volta di Ciro Vestita, con un goloso appuntamento sul tema cibo e salute. Vestita, medico nutrizionista, è un volto televisivo di Rai Uno e conosciuto collaboratore di Linea verde e di Uno Mattina. Domenica 13 agosto spazio al giornalismo e alla lettura del presente conPaolo Del Debbiocon l’incontro dal titolo “Più etica nel mercato? L’inganno di un luogo comune e le responsabilità della politica”, mentre lunedì 21 agosto si terrà a Borgo a Mozzano una serata che è a metà tra denuncia sociale e forte emozione, con la moglie di Enzo Tortora, Francesca Scopelliti e le sue “Lettera a Francesca”. E poi ancora un’indagine sull’attualità, attraverso la tradizione. A farlo saràAlessio Di Modica, il 24 agosto, con “Ossa”, dal racconto popolare dell’osso che canta alla storia di Placido Rizzotto. Di Modica parla con il “cunto”, una tecnica antica di narrazione siciliana che nasce in strada come arte popolare, ma la sua attenzione non si rivolge alle storie classiche, bensì a una rilettura contemporanea del “cunto” su tematiche attuali, per creare memoria attiva. Mercoledì 26 agostosarà la volta di Roberto Venturini, mentre il 2 settembre spetterà a Gianfranco Svidercoschi, giornalista, scrittore e noto vaticanista, cavalcare il palco del Verzura con una sua conversazione intorno a Papa Francesco: “Francesco l’incendiario, un pontificato tra resistenze, contraddizioni e riforme”.

Il cartellone del Teatro di Verzura non è ancora definitivo: sono infatti allo studio altre serate, che andranno a riempire le agende di agosto e settembre. Nell’aria nomi importanti, come Maria Elena Boschi,Vladimir Luxuria e Giordano Bruno Guerri.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero, con inizio alle 21. Per restare aggiornati sulle iniziative è possibile consultare la pagina Facebook “Teatro di Verzura”.

Share