Toscana carbon-free dal 2050

images

 

In un prossimo futuro la nostra regione potrebbe divenire un punto di riferimento per quel che riguarda la sostenibilità ambientale e la produzione di energia a impatto zero. Al fine di raggiungere questo obiettivo è stato elaborato in questi giorni il progetto “Toscana green 2050”, il quale, come suggerisce il nome, mira a rendere il nostro territorio completamente autosufficiente entro la metà di questo secolo grazie a un rilancio mirato delle energie pulite e allo sviluppo di tecnologie come la geotermia.

L’iniziativa verrà seguita passo per passo dal Dipartimento di ingegneria dell’energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni dell’Università di Pisa (DESTEC). Al momento sono stati valutati due possibili scenari; il primo prevede una crescita in linea con l’andamento del PIL, che condurrebbe a una produzione di energia da fonti rinnovabili pari a 13.900 GWh (di cui oltre la metà di origine geotermica), mentre l’altro, estrapolato dalla Road-map europea, tiene in considerazione anche dell’inserimento di innovazioni tecnologiche a forte impatto, e prevede una produzione di 27.500 GWh. In entrambi i casi l’obiettivo sarà quello di ridurre le emissioni di anidride carbonica fra l’80 e il 95% grazie a fonti di energia rinnovabili.

In questi giorni il governatore della regione Toscana, Enrico Rossi, ha presentato e discusso il progetto in giunta.

CLAUDIO VASTANO

Share