TORTA DI PATATE GARFAGNINA SENZA PASTA

La torta di patate Garfagnina è con la pasta ma negli ultimi tempi le intolleranze al glutine sono aumentate quindi vi dò la ricetta senza la pasta che viene buona ugualmente.
Difficile stabilire i pesi e le quantità perché le dosi sono sempre a occhio, ma se vi rimane un pò d’impasto ci potete fare le “crocchette”, semplici polpettine di patate fritte che piacciono a grandi e bambini.

Circa 1 kg di patate, 100 gr di ricotta di pecora freschissima, parmigiano e pecorino secchi grattugiati 100 gr, 2 uova intere, noce moscata, un pò di sale, pepe (io ce ne metto abbondante) in quantità a gusto vostro, un cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato (a me piace metterci anche un nonnulla di aglio, voi fate come volete perché non è indispensabile.


Lessate le patate e passatele al passatutto (non col frullatore che rovinereste tutto) e aggiungere tutti gli ingredienti un pò alla volta e mescolate bene ma delicatamente, assaggiate da ultimo e aggiustate di sale e di pepe.

Mia mamma e mia nonna (che erano Garfagnine di Montaaltissimo) con i rebbi della forchetta passavano sulla superficie della torta lasciandoci delle piccole righe, poi vi versavano della salsa di pomodoro molto liquida a colorare (ce ne vuole pochissima, tre o quattro cucchiai) come nella foto.

Infornate e cuocete a circa 160° per una quarantina di minuti.

Chi ci volesse fare la pasta basta fare un impasto di acqua e farina, stenderla alta lo spessore di una forchetta, metterla nella teglia e riempirla.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share