TORTA D’ERBI DELLA LUNIGIANA

ricetta di Beatrice Sesti Paccolini di Luni
Due chili di bietole spinaci e erbi di campo, una ricotta, due porri, due zucchini, una manciata di pecorino, due uova, una manciata di pane grattugiato, un pizzico di pepe, un po’ d’olio, sale. Per la sfoglia: farina, acqua, olio e sale.
Per preparare la torta occorrono foglie di bietola lavate spinaci e erbi di campo lessate e poi tritate non troppo fini.

Salatele abbondantemente e aspettate che fuoriesca il liquido. Quindi strizzatele, lessate anche le altre verdure al dente e tritatele e mescolatele bene con ricotta, pecorino, due uova intere, pane grattugiato, un pizzico di pepe e un po’ d’olio. Preparate la sfoglia con farina, acqua, olio e sale e tiratela molto sottile col mattarello, oppure se usate la macchina per pasta, passatela due volte.
Mettete la sfoglia nel testo unto d’olio d’oliva e spalmatevi l’impasto d’erbi, non troppo spesso.

Ricoprite con altra sfoglia, unendo i bordi. Spennellate di olio d’oliva e con una forchetta praticate dei fori, questi impediranno alla sfoglia di gonfare.

si può anche mettere boraggine, pimpinella, cicoria ecc ecc, questa torta da alcune parti viene chiamata “scarpazza” ed è simile alla scarpaccia di Pescaglia.
Mettete la torta in forno caldo, lasciando cuocere per tre quarti d’ora.
fonte ezio lucchesi

Share