Questa mattina con una sentita cerimonia sono state riconsegnate due terrecotte “robbiane” trafugate nel 1945 durante i lavori post bellici a Palazzo Pretorio a Barga.
Lo straordinario ritrovamento è avvenuto nel 2013 da parte del nucleo dei Carabinieri di Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, intercettando le opere d’arte in Germania per l’esattezza a Monaco in quanto erano state messe su un’asta on-line ad un prezzo di partenza di 40.000 Euro.
Le opere risalgono al periodo rinascimentale quando il podestà fiorentino Rinaldo Nofi Rondinelli volle lasciare un segno artistico della sua presenza nella Barga fiorentina donando alla cittadina un polittico composto di 4 terrecotte vetriate robbiane.
I carabinieri del nucleo di Firenze accompagnati dal Capitano Volontè questa mattina ne hanno riconsegnate 2 e non si esclude che in futuro possono essere recuperati anche gli altri due pezzi di questo polittico trafugato a Barga.
Nessuna azione giudiziaria ai proprietari della galleria in quanto le avevano acquistate regolarmente senza poi considerare che il reato vero e proprio è di oltre 70anni fa.
Questa mattina alla cerimonia di consegna era presente il Soprintendente di Lucca ai beni culturali Luigi Ficacci, il sindaco di Barga Marco Bonini e il Sen. Andrea Marcucci particolarmente soddisfatto della consegna invitando il sindaco e il soprintendente a organizzare una mostra delle opere robbiane della valle del serchio.
Le due opere verranno conservate su concessione della soprintendenza all’interno del museo civico a palazzo Pretorio, proprio li dove per 4 secoli erano state conservate prima di essere trafugate più di 70anni fa, il capitano dei CC Lanfranco Disipio ha sottolineato che non si tratta di un evento eccezionale, ma di un recupero che grazie alla preparazione del reparto è diventato di routine, infatti durante l’anno sono moltissime le opere d’arte spesso sacre che il corpo speciale dei Carabinieri recuperano.

robbia 1 opere robbiano riconsegnate  a barga.avi.Immagine003 robbia 2

Share