Torna il Festival di Pasqua e Pentecoste: tutto pronto per la XX edizione

 

 

Grandi ospiti ed appuntamenti d’eccezione. Colombini: “Un altro grande traguardo raggiunto”

 

Lucca, 29 aprile 2019. E’ tutto pronto per la XX edizione del Festival di Pasqua e Pentecoste, la manifestazione nata con il supporto del Puccini e la sua Lucca Festival, in collaborazione con la VII stagione dell’Orchestra Filarmonica di Lucca e con il Teatro del Giglio. L’appuntamento gode del patrocinio delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca e Banca del Monte di Lucca e, inoltre, si avvale del sostegno dell’Orchestra Filarmonica di Lucca (presieduta da Gianfranco Barrago) e di Startcontent Tv Ltd London.

 

I concerti in programma inizieranno il 2 maggio ed abbracceranno un arco temporale destinato ad rivelarsi culturalmente intenso e affascinante, con il grande culmine previsto per il 14 settembre al Teatro del Giglio.

“Sono lieto – commenta Andrea Colombini, presidente e direttore artistico del Puccini e la sua Lucca Festival –  di aver raggiunto con questo Festival, che mi è particolarmente caro in quanto dedicato alla memoria del grande direttore Herbert Von Karajan il cui lavoro e la cui grande arte insistono ad essere per me fonte non solo di studio (come biografo del grande Maestro), ma di ispirazione continua per il mio modesto lavoro, il traguardo dei Venti anni. Un Festival – aggiunge – che quest’anno ha ricevuto anche il supporto e il patrocinio del Comune di Lucca – Assessorato alla Cultura – ed i cui eventi sono inseriti nel programma ViviLucca che il Comune ha predisposto e finanziato. E sono ulteriormente lieto – prosegue – perché festeggeremo questo traguardo anche attraverso la grande collaborazione con il Teatro del Giglio (che la annuncerà all’interno del suo palinsesto con apposita comunicazione) e con l’Orchestra Filarmonica di Lucca, guidata dal suo attivissimo presidente Gianfranco Barrago: è un ente che ho creato nel 2010 e che continua a crescere come qualità di suono e come attività su tutto il territorio nazionale e internazionale. Inutile dire che ringrazio personalmente e di cuore la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il suo presidente Marcello Bertocchini che, assieme a tutto il Consiglio, per il Ventesimo anno, supporta questa meravigliosa iniziativa. Così come i ringraziamenti vanno anche alla Fondazione Banca del Monte di Lucca ed al suo presidente Oriano Landucci che, anche quest’anno, ci hanno garantito il loro supporto rendendo possibile la collaborazione con il Teatro del Giglio a livelli di sicura eccellenza.Grazie alle Fondazioni, questi meravigliosi eventi culturali saranno ad ingresso libero per tutti i residenti di Lucca e della Provincia nei modi e nei termini indicati nel programma del Festival”.

 

Si comincia dunque il 2 maggio (chiesa di san Giovanni, alle 19) con il concerto speciale “Puccini e Verdi”, che vedrà impegnati il soprano Silvia Pacini, il tenore Giovanni Cervelli ed il tenore Yasuiki Kato, accompagnati al pianoforte dal maestro Diego Fiorini (ingresso libero per tutti i residenti di Lucca e della Provincia di Lucca fino ad esaurimento posti).

Nemmeno il tempo di tornare a casa rinfrancati da una serata di grande musica che il Festival propone la seconda tappa: il 3 maggio (chiesa di san Giovanni, alle 19) ecco il “Puccini opera recital”, con il soprano Rodica Picireanu, il tenore Simone Frediani ed il tenore Yasuiki Kato. Al pianoforte ci sarà ancora Diego Fiorini (ingresso libero per tutti i residenti di Lucca e della Provincia fino ad esaurimento posti).

L’appuntamento successivo è fissato per il 18 maggio con il sempre attesissimo “Mozart Gala” (chiesa di San Giovanni, alle 21,15), l’evento che ogni anno richiama centinaia di persone intorno a quella sorta di culto che è rappresentato dalla musica del genio di Salisburgo. Sul palco salirà l’Orchestra Filarmonica di Lucca con Massimo Marconi al corno, Claudio Cavalieri al violino ed Andrea Colombini ai timpani ed alla direzione. Il programma prevede il Concerto per corno ed orchestra n.1 KV412, la Sinfonia n. 33 KV319 e la Serenata KV239 (“Serenata notturna”) per doppia orchestra e timpani. (L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti).

Un altro appuntamento carico di aspettative è quello del 2 giugno, con il “Concerto di Gala per la Festa della Repubblica italiana”: la location sarà il Teatro del Giglio di Lucca (inizio alle 21). Al pianoforte ecco il celebre Antonio Di Cristofano, affiancato dall’Orchestra Filarmonica di Lucca, diretta da Andrea Colombini. In programma ci sono musiche di Wolfgang Amadeus Mozart: il concerto n. 20 in Re minore KV466 per pianoforte ed orchestra; la sinfonia n.26 in Si bemolle maggiore KV184; il concerto n.21 in Do maggiore KV467 per pianoforte ed orchestra. (Ingresso libero per tutto il pubblico fino ad esaurimento posti).

La penultima tappa di questo entusiasmante viaggio è prevista per il 21 giugno, sempre al Teatro del Giglio (alle 21), scenario ideale per il Beethoven Gala. L’Orchestra Filarmonica di Lucca, diretta da Andrea Colombini, eseguirà le Sinfonie n. 5 e 7 di Ludwig Van Beethoven. (Ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Gran finale il 14 settembre, sempre al Teatro del Giglio (alle 21) con il “Gran Gala lirico della Santa Croce – Puccini e i suoi tenori”. L’appuntamento, nato in collaborazione con il Teatro del Giglio (come i due precedenti), vedrà esibirsi i tenori Giovanni Cervelli, Simone Frediani e Nicola Simone Mugnaini. Special guest stars saranno i soprani Li Guoling e Deborah Vincenzi, con l’accompagnamento dell’Orchestra Filarmonica di Lucca, diretta da Andrea Colombini. (Ingressi ridotti per residenti a Lucca ed in Provincia fino ad esaurimento posti). Il programma sarà ricchissimo e qualitativamente trascinante. Si comporrà di ouvertures tratte da Puccini (Manon Lescaut – Intermezzo; Tosca – Recondita armonia; La Fanciulla del west – Ch’ella mi creda; Tosca – Vissi d’arte; Tosca – E lucevan le stelle; Turandot – Tu che di gel sei cinta; Turandot – Nessun dorma), da Verdi (La forza del destino; La Traviata – Preludio atto 1; Rigoletto – La donna è mobile; Aida – Celeste Aida; Il Trovatore – Di quella Pira; La traviata – Libiamo né lieti calici; La Traviata – Follie…follie…sempre libera), da J. Strauss jr (Die Fledermaus), da Donizetti (L’elisir d’amore – Una furtiva lagrima), da Leoncavallo (I pagliacci – Recitar…vesti la giubba) e da R. Wagner (Die meistersinger von nuernberg – Morgenlicht leuchtend (Walthers Preislied).

 

“Sarà davvero un grande onore – prosegue Colombini – avere con noi interpreti del calibro del pianista di fama internazionale Antonio Di Cristofano, del grande cornista Massimo Marconi e delle star internazionali Yasuiki Kato e Li Guoling, insieme a tutti gli altri prestigiosi interpreti. Ed è – prosegue – occasione di gioia particolare, così come verrà poi annunciato dal teatro del Giglio, la prestigiosa collaborazione con l’associazione dei Lucchesi nel mondo – grazie all’impegno della presidente Ilaria Del Bianco –  e con la Fondazione Giacomo Puccini per l’evento speciale del 14 settembre, che costituirà davvero la gemma più preziosa del periodo della Santa Croce, con quasi 150 musicisti sul palco impegnati per celebrare il giorno di Lucca nel nome del figlio più importante e bello della città, il ‘nostro’ Giacomo Puccini”.

Come da tradizione ogni concerto sarà dedicato al supporto di associazioni benefiche che operano sul territorio del Comune di Lucca, grazie a specifiche raccolte di fondi sera per sera. Per il 2019 è confermata, a questo proposito, la collaborazione con l’Associazione “La Finestra” – che aiuta nella gestione del Centro anziani di sant’Anna a Lucca – e quella con  il centro missionario diocesano di Lucca, per l’assistenza ai progetti portati avanti in Africa.

 

Share