Il browser più popolare per navigare nel totale anonimato, Tor, è pronto per il Play Store.

Il browser più popolare per navigare nel totale anonimato, Tor, è pronto per il Play Store. Fino all’avvento della versione stabile servirà una seconda applicazione per aggiungere gli strati di crittografia e relay, ma gli sviluppatori promettono di eliminarne la necessità nei prossimi mesi.

Il browser Tor è disponibile per Android. Al momento soltanto come alpha – lontano, insomma, da una versione stabile – ma si tratta comunque di una pubblicazione molto attesa. Di fatto nel Play Store sono già presenti vari browser di terze parti che garantiscono il totale anonimato e la privacy, ma il browser Tor è l’unico ufficiale.

Il principale limite della versione alpha è la necessaria installazione di una seconda applicazione: Orbot, che serve a connettere il browser Tor alla corrispettiva rete aggiungendo varie protezioni – tra crittografia e relay – per proteggere la navigazione dell’utente. In ogni caso l’obiettivo degli sviluppatori è di far sì che nella versione finale dell’applicazione mobile, prevista per l’inizio del prossimo anno, Orbot non sia più necessario.

Rete più protetta, navigazione più lenta

Questa stratificazione della rete ha ovviamente un compromesso: la velocità di navigazione. Tor, come detto, deve aggiungere gli strati di crittografia e usare i relay per fare in modo che l’utente non sia tracciabile; ciò rallenta ovviamente l’elaborazione delle pagine, quindi non può fronteggiare la rapidità di esecuzione di browser alternativi come Chrome, Safari oppure Firefox. D’altro canto chi vuole usare Tor è disposto (o almeno dovrebbe) a sostenere questo compromesso.

Non è in sviluppo una versione per iOS, ma gli utenti Tor che usano iPhone e iPad possono rivolgersi a Onion Browser, consigliato direttamente da Tor Project e sviluppato da Mike Tigas, per la navigazione anonima.

Da: QUI   http://www.italianosveglia.com/tor_arriva_su_android_in_versione_alpha-b-105019.html

Share