“Il ritrovamento del topo nell’ospedale Santa Croce di Castelnuovo Garfagnana è il frutto della mancanza di investimenti e di attenzione della regione e della Asl nella struttura. Quella disattenzione che adesso sembra messa in pratica ad hoc per giustificare la chiusura del presidio ospedaliero. Ci batteremo fino in fondo affinché l’ospedale di Castelnuovo, insieme a quello di Barga, rimangano attivi a regime in tutte le loro attività. Da tempo nel presidio, come in quello di Barga, è in corso un pesante taglio di servizi e di depotenziamento delle strutture che sta comportando disagi ai cittadini e agli stessi operatori sanitari. Da parte nostra non accettiamo questo giochino alla meno, e ci opporremo a soluzioni che favoriscano una struttura sanitaria in un territorio rispetto ad un altro, magari per ragioni politiche. Ci batteremo fino in fondo per mantenere e rafforzare i presidi esistenti così come la qualità della sanità in tutta la regione”.

Share