LUCCA PROVINCIA CONVOCATA RIUNIONE  DAL PRESIDENTE MENESINI

La riunione convocata dal presidente della Provincia, Menesini, per venerdì 2 settembre alle 10:30

PROTEZIONE CIVILE: A PALAZZO DUCALE “FOCUS” SUI CONTRIBUTI AI PRIVATI COLPITI DA EVENTI CALAMITOSI E SUGLI AIUTI ALLE ZONE TERREMOTATE

 

I “risarcimenti” riguardano i danni subiti soltanto nelle emergenze nazionali

dichiarate nel nostro territorio tra marzo 2013 e agosto 2015

 

I sindaci della provincia di Lucca e i presidenti delle Unioni dei Comuni sono stati invitati venerdì 2 settembre a Palazzo Ducale dal presidente della Provincia Luca Menesini per una riunione per fare il punto sulla situazione di due importanti argomenti relativi al settore della Protezione civile. 

La riunione – alla quale prenderà parte anche il consigliere con delega alla Protezione civile, Nicola Boggi e che si svolgerà in Sala di Rappresentanza con inizio alle ore 10:30 – infatti sarà il momento di confronto tra i primi cittadini e l’amministrazione provinciale sulla procedura contributiva avviata a livello nazionale dal Dipartimento di Protezione civile relativa agli eventi calamitosi per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e che si sono svolti tra il marzo 2013 e l’agosto 2015 e che prevede l’erogazione in Toscana 75 milioni di euro di contributi per la copertura fino all’80% del danno subìto e verificato. 

Al momento questi finanziamenti saranno erogati ai privati danneggiati dagli eventi meteo, per la provincia di Lucca, riguardano le calamità del marzo 2013; ottobre 2013; gennaio/febbraio 2014; settembre 2014; ottobre/novembre 2014 e 5 marzo 2015. 

L’altro argomento all’ordine del giorno dell’incontro di venerdì, è relativo al terremoto che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto: in tale ambito sarà fatto il punto sulle varie iniziative di solidarietà e azioni di supporto in corso, sui reali bisogni delle aree terremotate e su un eventuale coordinamento tra enti per rendere ancora più efficace l’intervento della provincia di Lucca a supporto di queste aree così duramente colpite.

 

Share