Terminati i lavori dell’Oratorio del Sacro Cuore a Barga

 

VALLE DEL SERCHIO – Si è svolta a Barga l’inaugurazione del rinnovato oratorio del Sacro Cuore che torna a nuova vita dopo importanti lavori. Nell’area dinanzi all’oratorio, dove è stata celebrata la Santa Messa presieduta dal vescovo della Diocesi di Pisa, monsignor Giovanni Paolo Benotto, si sono ritrovate le autorità ed anche tanti fedeli; soprattutto tante persone che hanno seguito le vicende dell’oratorio e che hanno a cuore questo luogo.

Luogo indubbiamente storico dove sono cresciuti, all’ombra della chiesa del Sacro Cuore e con gli insegnamenti che furono di don Francesco Pockay, generazioni e generazioni di barghigiani.

Monsignor Giovanni Paolo Benotto al termine della Santa Messa ha benedetto il rinnovato Oratorio ed ha inaugurato la sala principale insieme alla prima cittadina di Barga, Caterina Campani ed al proposto don Stefano Serafini. Dal  vescovo non è mancato anche l’appello non solo a sostenere la parrocchia nella copertura delle spese di questo progetto, ma anche a partecipare attivamente alla vita di questa realtà.

I  lavori partirono nel febbraio del 2016 e sarebbero dovuti terminare in pochi anni, ma non sono mancati  imprevisti e aggravi di costi inattesi che hanno fatto lievitare la spesa, tanto che la Parrocchia di Barga ha dovuto accendere un mutuo importante da sostenere per i prossimi anni. Un mutuo di circa 200 mila euro che servirà a coprire i costi totali dell’intervento.

In questi anni sono stati nel frattempo raccolti 338 mila euro di cui 160 mila giunti dalla Cei, 50 mila dalla Diocesi ed altri 22 frutto di iniziative, concerti tombole. Tanti e tanti sono stati poi i contributi di aziende, associazioni ed anche privati cittadino. Ma la strada per completare la copertura dei costi è ancora lunga e ci sarà bisogno di sostenere l’Unità Pastorale. Come detto è stato acceso un mutuo per i prossimi 15 anni e ogni mese la parrocchia dovrà pagare la cifra di oltre 2.000 euro. Un impegno insomma importante per il quale anche il proposto ha rivolto un appello alla comunità perché c’è bisogno ora più che mai di una solidale partecipazione verso il Sacro Cuore.

fontenoitv

Share