Tambellini, Mercanti e Ragghianti annunciano alle categorie le azioni anti-crisi che verranno adottate dall’amministrazione:

Scaglionamento delle tasse comunali e parcheggi gratis e promozione della città ”

Concretezza, realismo e gestione flessibile delle riscossioni comunali, per dare una boccata d’ossigeno alle attività commerciali, agricole, artigianali e produttive del territorio nel brevissimo periodo. Con l’obiettivo di procedere con una operazione-rilancio della città e di tutto il territorio della provincia, da attuare a vari livelli non appena la situazione tornerà alla normalità. Questo in estrema sintesi è il piano messo a punto dall’amministrazione comunale e condiviso con le rappresentanze delle categorie economiche lucchesi riunite ieri sera (5 marzo) a Palazzo Orsetti con il sindaco, Alessandro Tambellini, e gli assessori alle attività produttive e alla cultura e turismo, Valentina Mercanti e Stefano Ragghianti.

“Prenderemo a stretto giro provvedimenti per garantire una minor tassazione locale, attraverso lo scaglionamento nel tempo del pagamento di Tari e Cosap (suolo pubblico) – hanno spiegato il sindaco e gli assessori – per quanto riguarda il suolo pubblico si procederà verso lo slittamento delle rate a giugno, con una rateizzazione che sarà definita nel dettaglio a breve. Per il pagamento della spazzatura, esclusivamente per le attività commerciali e artigianali, abbiamo deciso, d’accordo con Sistema Ambiente, di posticipare la terza e quarta rata al 2021. Infine, i parcheggi: la nostra intenzione è di prevedere la gratuità h 24 dei parcheggi in struttura Palatucci e Carducci e via dei Bacchettoni, da attuare non appena la situazione italiana torna alla normalità. Una scelta precisa e mirata per facilitare il ricambio degli utenti nelle zone più centrali e indirizzare le soste lunghe verso le strutture prossime al centro storico e nei parcheggi gratuiti, cercando in questo modo di distribuire i flussi in tutte le porte della città”.

“Quest’ultima misura rientra nell’operazione-rilancio e promozione turistica-culturale, che stiamo preparando con un’azione congiunta tra assessorati, categorie economiche e realtà e istituzioni culturali, turistiche ed economiche del territorio – hanno proseguito i tre amministratori – L’obiettivo è essere pronti non appena verrà superata la fase attuale emergenziale per una grande strategia di promozione che posizioni Lucca sullo scenario nazionale e internazionale. Dobbiamo lavorare insieme, essere uniti e muoverci compatti nella stessa direzione per uscire ancora più forti da questa crisi. Infine, un invito a tutti: in questi giorni in cui siete più a casa, in cui la normalità è stravolta, uscite a fare due passi e ricordatevi di acquistare i prodotti nelle nostre attività locali, che ora hanno più che mai bisogno del nostro sostegno”.

Share