Tambellini: “Il traffico pesante dovrà essere ripartito fra Lucca e Capannori anche con le nuove infrastrutture”.

Mi fa molto piacere che il sindaco di Capannori e Presidente della Provincia sia d’accordo con me sul fatto che le Mura di Lucca non possano essere la rotatoria dei mezzi pesanti di tutta la Piana e della Valle e spero di poter discutere con lui presto, quando convocherà nuovamente, come presidente della Provincia, il tavolo già istituito per il PUMS della Piana.

L’asse suburbano è un’opera importante a cui stiamo lavorando e che avrà bisogno di alcuni anni per essere realizzata come del resto tempi lunghi sta avendo il nuovo ponte sul Serchio senza il quale l’asse suburbano perde grande parte del suo significato. Nel frattempo resta comunque irrisolto il problema di una più equa distribuzione del traffico pesante sul territorio dei nostri rispettivi comuni e, anche quando saranno in funzione sia l’asse suburbano che il nuovo ponte, non è pensabile che la quasi totalità del traffico tir debba passare da Lucca, ossia dal centro di popolosi quartieri come quelli della SS. Annunziata, di San Vito, Arancio e San Filippo.

L’asse suburbano non potrà essere congestionato dal traffico perché servirà come accesso all’Ospedale. Voglio comunque ricordare che quando abbiamo proposto di spostare il casello autostradale a Mugnano, cioè in diretto collegamento con l’asse suburbano di cui parla Menesini e con l’area industriale a sud est di Lucca, il progetto fu sonoramente bocciato da Capannori. Non è possibile ragionare solo in termini di difesa unilaterale dei territori di ognuno: da una parte un comprensorio urbano che deve sopportare quasi tutti i tir, dall’altra il comune limitrofo che si appresta con varchi elettronici a divenire completamente ermetico al traffico pesante sulle sue arterie principali.

Share