TAGLIATELLE AI FUNGHI PORCINI

 


oggi, 1 giugno 2020, per la prima volta sono andato per funghi, un bosco subito fuori del paese dove vanno tutti i pensionati e gli anziani, ero certo di non trovarli invece con mia enorme sorpresa ne ho trovati per farmi un bel piatto di tagliatelle.


Per la pasta farina, acqua un pizzico di sale, ho impastato, l’ho fatta riposare coperta poi l’ho stesa più fine che potevo farla, poi ho tagliato con la coltella delle tagliatelle.


Nel frattempo che la pasta riposava ho messo in padella aglio e nepitella, due giri d’olio, ho fatto profumare l’olio a fuoco lievissimo, trenta secindi poi ho spento il fornello e tolto l’aglio.
Pulito i funghi, tagliati finissimi, messi in padella e a fuoco altissimo ho saltato per trenta secondi con un pizzico di sale e di pepe, il fungo ha appena sentito il calore.
Fatto bollire l’acqua salata, buttato le tagliatelle, scolate, messe in padella, saltate dieci secondi e via pronte ad andare in tavola.


Il fungo era pressoché crudo ma nell’aria c’era un profumo incredibile, anche il sapore mi ha dato molta soddisfazione.


Se dovete acquistarli vi dico subito che i gambi sono pieni di bachi, a volte anche le cappelle, non vale la pena spendere molti soldi per acquistarli, prendeteli molto giovani, piccoli, per una sola volta per levarvi la voglia.

FONTE EZIO LUCCHESI

Share