SUCCESSO PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “L’ORO DI LUCCA” DI PAOLO BOTTARI A CAPANNORI

Una bella serata di sport si è consumata ieri sera (lunedì) a Capannori in una sala consiliare particolarmente piena di sportivi. E’ stata l’occasione per presentare il nuovo e interessante libro del giornalista Paolo Bottari “L’Oro di Lucca”, di cui ora partirà la distribuzione e che è dedicato alla storia dello sport lucchese, alle grandi imprese e ai campioni del territorio di tutti i tempi. E diversi grandi campioni del territorio erano presenti, ieri sera, a raccontarsi di persona.

Come ha rimarcato il sindaco di Capannori, Luca Menesini, nel fare gli onori di casa, lo sport ha il grande potere di avvicinare tutti, di saper superare barriere e di poter essere da esempio e stimolo per le nuove generazioni. Dopo i saluti di Coni e Panathlon, il pomeriggio è scivolato via con un divertente siparietto tra mister Corrado Orrico, il più atteso, e il suo fedelissimo Bruno Russo, durante il quale hanno rivissuto con il pubblico, tra aneddoti e battute, i tre anni magici dal 1988 al 1991, che hanno portato la Lucchese a sfiorare la serie A.

Poi, sotto la regia di Sirio del Grande, che ha condotto la serata, Nicola Vizzoni e Albano Pera hanno parlato delle loro prime Olimpiadi, in cui si sono guadagnati medaglia e notorietà, raccontandosi a cuore aperto, di un momento che ha fatto svoltare la loro carriera e anche la loro vita. Racconti mai banali e interessanti così come quello di Brunello Fanini, in rappresentanza di tutta la famiglia Fanini, che ha ricordato con grande affetto la figura della figlia Michela, la campionessa scomparsa precocemente, supportato nei ricordi anche dall’ex campionessa del mondo di ciclismo Edita Pucinskaitè e da una figura storica come il diesse Piero Pieroni. Tra i presenti c’erano anche la ginnasta olimpica Monica Stefani e il campione italiano di lotta, Antonio Paolini. La chiusura della serata è stata affidata all’assessore allo sport di Capannori, Lucia Micheli e all’assessore al volontariato Serena Frediani con i ragazzi dell’Allegra Brigata Special Olympics e con il paratleta, non vedente, pluricampione italiano, Stefano Gori, ambasciatore dello Sport di Capannori.

Share