Domenica 9 maggio si è svolta la prima tappa del Campionato Italiano di Biciclette Assistite Enduro, nel Comune di Seravezza. La manifestazione ha interessato principalmente il campo sportivo di Minazzana, dove è stato allestito il paddock, punto di partenza e di arrivo di ogni percorso. I due anelli hanno toccato tutti i paesi della montagna seravezzina, compreso il capoluogo. “E’ stato un vero successo – fa sapere Francesca Bonin, Consigliera Delegata all’Associazionismo, Sport e Formazione – ci sono stati piu’ di 100 iscritti, tra loro anche dei grandi campioni di questo sport, gli organizzatori sono rimasti piacevolmente colpiti dalla splendida cornice delle Alpi Apuane e dei suoi meravigliosi paesaggi, di cui tutti hanno potuto godere appieno grazie alla magnifica giornata di sole. L’unico neo è stato quello della poca informazione circa l’evento, per il fatto che dovevamo ancora essere in zona rossa, infatti non sono mancate difficoltà dal punto di vista organizzativo. Poi, quando siamo passati in zona gialla, abbiamo ripensato per quanto possibile tutto l’evento cercando di far lavorare i commercianti del territorio. La manifestazione è stato davvero un successo e, nei luoghi dove si poteva formare assembramento, ci sono stati controlli molto stringenti affinché tutto si svolgesse secondo le previsioni. Un esempio virtuoso di come una manifestazione possa avere una ricaduta positiva su tutto il territorio. Il promotore della manifestazione è Off Road Pro Racing, che è una ditta che risiede nel Comune di Seravezza. Vale lo stesso per  l’Associazione Moto Club Versilia Corse il quale, con i suoi infaticabili volontari, ha organizzato e curato l’evento in maniera eccellente, coadiuvati e supportati dall’Amministrazione Comunale. Tre soggetti che hanno collaborato per dar vita a questa gara, con ottimi risultati. Per quanto mi riguarda, da vera appassionata di bicicletta, è stato un vero onore aver potuto fare da apripista alla gara”.

Anche il Presidente del Moto Club Versilia Corse, Dario Neri, era molto soddisfatto della riuscita dell’evento e ha voluto ringraziare chiunque abbia preso parte al Campionato, coloro che hanno assistito sui vai tratti di percorso e, soprattutto, gli abitanti della montagna che mostrandosi sempre disponibili e cordiali hanno accolto tutti a braccia aperte.

Share