Successo della rete di supporto alla campagna vaccinale: 2000 cittadini, soprattutto anziani, assistiti per la prenotazione del vaccino

Terminato il progetto che ha visti impegnati Comune, associazioni di volontariato e enti del terzo settore per per assistere le categorie dei cittadini più anziani o con fragilità nel complesso iter per la prenotazione del vaccino anti-Covid 19. Il sindaco Tambellini ringrazia i tanti volontari per l’opera prestata.

3 mesi di attività, 9 associazioni ed enti del terzo settore coinvolti con 11 sportelli sparsi sul territorio, circa 2000 cittadini assistiti.

Sono questi i numeri principali che raccontano del successo e gradimento ottenuto dal progetto avviato alla fine di marzo dal Comune in collaborazione con i tanti operatori del volontariato locale, per assistere le categorie dei cittadini più anziani, o con fragilità, nel complesso iter per la prenotazione del vaccino anti-Covid 19.

I risultati sono stati presentati questa mattina (5 luglio) nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il sindaco Alessandro Tambellini, l’assessora alle politiche sociali Valeria Giglioli, la consigliera con delega alla sanità Cristina Petretti e i rappresentanti delle associazioni che hanno aderito alla rete di supporto.

Il servizio, che è andato avanti nei mesi di aprile, maggio e giugno, è stato utilizzato da tutti coloro che avevano dubbi e problemi sulle vaccinazioni ed era in particolare rivolto ai cittadini nati tra il 1941 al 1951 che non rientravano nelle categorie di persone con elevata fragilità, ai cittadini estremamente fragili che non avevano compiuto 80 anni e ai caregiver”, ovvero coloro che si prendono cura di un congiunto malato, di una persona con gravi disabilità o di un minore fragile. Contattando le associazioni, le persone sono state guidate nella procedura di prenotazione online: un servizio, questo, particolarmente utile soprattutto agli anziani che spesso non hanno dimestichezza con i mezzi informatici. Gli stessi volontari, inoltre, hanno anche fornito informazioni sempre aggiornate sulla campagna vaccinale, rispondendo ai singoli quesiti posti dagli utenti.

“Voglio esprimere pubblicamente la mia gratitudine e quella dell’amministrazione comunale nel suo complesso – ha detto il sindaco Tambellini – a tutti i volontari che con grande generosità hanno contribuito a rendere più semplice accedere al vaccino anti-Covid 19 per tutta una fascia di popolazione anziana e fragile. Queste persone hanno lavorato e si sono aggiornate continuamente, come richiedeva la situazione alquanto fluida della campagna vaccinale, fornendo un supporto utilissimo a tanti cittadini. La pandemia ci ha mostrato una volta di più la grande fragilità di ogni singolo uomo e dell’umanità nel suo complesso, ma ci ha anche indicato con forza quello che già sapevamo, ma che tendiamo a dimenticare in tempi normali, e cioè che soltanto insieme, sostenendoci l’uno con l’altro, possiamo salvarci”.

Queste le associazioni che hanno partecipato al progetto: Caritas Lucca di piazzale Arrigoni in centro storico, Misericordia Lucca di piazza della Misericordia (centro storico), Croce Verde Lucca, via Pesciatina, Protezione Civile, Croce Verde di Ponte a Moriano, Croce Rossa di pizzale Don Baronoi, Anpana di Sant’Alessio, Caritas di Sant’Anna, Centro cittadinanza attiva Oltreserchio “Il Bucaneve”, Acat al Piaggione, Amnil di via Galli Tassi (centro storico).

Share