Strano ma non stupido

Pensavo a com’è strano il mondo.
Nel 2015 formammo a Viareggio un gruppo di liste civiche che poi vinsero le elezioni amministrative.
Donne e uomini liberi intorno ad un programma chiaro e un obiettivo condiviso: uscire dal dissesto causato da altri e poi riportare la dignità a Viareggio.
Mi sembra che questi due macroimpegni siano stati conseguiti, nel frattempo abbiamo fatto altro: segato, illuminato, pulito, asfaltato, fatto marciapiedi, opere pubbliche, un grande lavoro sul decoro.
Molto abbiamo ancora da fare, ma abbiamo le idee chiare ed ora anche le risorse per fare tutto quanto programmato.
Questa bella maggioranza civica, a parte una breve parentesi, ha avuto e ha tuttora all’opposizione tutti i partiti, (tutti, di destra e di sinistra), partiti che più volte se ne sono usciti sostenendo che avremo avuto vita breve.
In realtà governiamo da sette anni senza scossoni e senza smottamenti. Compatti e robusti, con in testa le idee che dicevo all’inizio, avendo ben chiaro che a Viareggio si governa per tutti e non solo per qualcuno.
E i partiti tutti continuano a rimanere all’opposizione della nostra maggioranza civica, ecco perché è strano il mondo, perché ogni santo giorno, o da destra o da sinistra, arrivano attacchi, polemiche, illazioni e sembra che solo loro rappresentino la città.
Invece è il contrario: Viareggio nel 2015 ha voluto con forza liberarsi di una classe politica che l’aveva portata al disastro, nel 2020 ha confermato la fiducia al nostro metodo di lavoro regalandoci uno straordinario successo al primo turno e continua oggi a fidarsi di noi, del nostro modo di lavorare: concreto, senza discorsi, senza rispondere alle chiacchiere, senza spargere altro fumo, ma solo un duro grande lavoro.
Ecco perché insistiamo a raccontare la Viareggio civica e libera, che fa gli interessi generali e non quelli di chi si fa garantire e supportare da un qualsiasi partito per fare i propri affari.
Il mondo è strano dicevo, ma non è stupido.
(Da Archivio DG)
giorgio del ghingaro

Share