L’associazione “Non ti scordar di te” che gestisce un punto di ascolto per donne vittime di violenza a Ponte di Campia (Gallicano), ha promosso una iniziativa di sensibilizzazione e valorizzazione della figura femminile in occasione della festa internazionale della donna, ricercando tutte le vie della Valle del Serchio intitolate a donne e lasciando sui relativi cartelli un fiocco giallo, il tutto corredato da una foto. L’idea è nata da una ricerca sulla toponomastica femminile fatta alcuni anni fa dalla commissione pari opportunità della provincia di Lucca, alla quale collaborò attivamente la nostra socia Beatrice Giovannoli. Dalla ricerca è emerso che nella Valle del Serchio le vie intitolate a donne sono circa 30 intestate a sante, beate e martiri, una piazza intitolata a Madre Teresa di Calcutta, due strade a Matilde di Canossa ed una rispettivamente a Maria Montessori,  Evangelina Whipple, Contessa Casalini (via e parco).

Il quadro generale del nostro territorio, che rispecchia quello nazionale, è la tendenza a valorizzare in misura maggiore figure illustri maschili, alimentando la percezione comune che non vi siano personaggi femminili meritevoli di memoria storica. In questo giorno di valorizzazione dell’identità femminile, il nostro invito alle amministrazioni, che ringraziamo per la collaborazione, è quello di intitolare in misura maggiore strade, piazze e luoghi urbani alle tante donne che rappresentano esempi femminili di grande spessore, fiori all’occhiello della cultura, scienza, politica e che hanno contribuito alla conquista di diritti, libertà e al progresso della nostra società.

Buon 8 marzo!

Share