fuoco-sterpaglia

I Comuni della Piana (Lucca, Capannori, Porcari, Altopascio e Montecarlo) hanno emanato una specifica ordinanza relativa all’abbruciamento dei residui vegetali all’aperto. Tale pratica era stata vietata a partire dallo scorso 30 ottobre nell’ambito delle azioni previste nell’ambito del Piano di Azione Comunale che prevede sia azioni differenziate in ordine a interventi strutturali sia atti contingibili e urgenti.

La data scadenza del divieto di accensioni di fuochi all’aperto, inizialmente prevista al 31 marzo, viene anticipata alla data odierna, 25 marzo. Infatti dal 6 febbraio non sono stati più registrati superamenti del valore limite medio giornaliero di Pm10 alle stazioni di misura degli inquinanti dell’aria (in particolare quelle denominate “Capannori” e “Lu-San Concordio”).  Le condizioni meteo-climatiche delle ultime settimane hanno infatti favorito la dispersione in atmosfera degli inquinanti generati dai principali settori emissivi e i valori medi giornalieri misurati nelle stazioni di riferimento si sono attestati ben al disotto del valore massimo consentito. Ciò quindi ha portato a togliere il divieto di abbruciamenti all’aperto dei residui vegetali derivanti, in particolare, da attività agricole e forestali, di pulizia parchi, giardini ed aree agricole, boscate o verdi, da attività di cantiere, artigianali, commerciali o di servizi o produttive in genere.

Share