Stefano Massini in scena per il 41° Festival La Versiliana con il suo “alfabeto delle emozioni”

venerdì 14 agosto, ore 21.30

Marina di Pietrasanta (LU)_ La Versiliana prosegue successo dopo successo il suo lungo percorso tra grandi nomi del teatro e spettacoli di alto livello artistico. Venerdì 14 agosto alle 21.30 , per la quarantunesima edizione del Festival di Marina di Pietrasanta, sarà in scena Stefano Massini, il drammaturgo più rappresentato in Italia, che nel suo spettacolo “L’alfabeto delle emozioni” darà voce a tutto ciò che spesso più intimamente temiamo: conoscerci e comunicare profondamente con gli altri.

Nella notte che precede Ferragosto, “L’alfabeto delle emozioni” sarà un’occasione per dare un nome, o meglio una lettera, a tutte quelle sensazioni contrastanti che animano la vita di ognuno di noi e che ci rendono unici e umani in questo mondo. Una lettera dell’alfabeto, che il caso sceglierà, che darà vita a un percorso sulle emozioni che parla direttamente a noi e ci riguarda.

Noi siamo quello che proviamo. E raccontarci agli altri significa raccontare le nostre emozioni. Ma come farlo, in un momento che sembra confondere tutto con tutto, perdendo i confini fra gli stati d’animo? Ci viene detto che siamo analfabeti emotivi, e proprio da qui parte Stefano Massini – lo scrittore così amato per i suoi racconti in tv del giovedì sera a “Piazzapulita” – per un viaggio profondissimo e ironico al tempo stesso nel labirinto del nostro sentire e sentirci. In un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…), Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Si va da Arthur Conan Doyle che fa l’esperimento di sondare i suoi amici sul tema del dubbio al grande Chagall che non riesce a reagire alla scomparsa di Bella Rosenfeld, da Al Capone che tremava alla vista di una siringa alla moglie di Giosuè Carducci costretta a pregare i compagni del poeta di farlo vincere alle carte. Ad andare in scena è la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore.

Lo spettacolo fa parte del cartellone del 41° Festival La Versiliana, promosso e organizzato da Fondazione Versiliana con la consulenza artistica di Massimo Martini, in collaborazione con Comune di Pietrasanta e con il sostegno di Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica. I biglietti sono disponibili alla biglietteria della Versiliana ( Viale Morin, 16- Marina di Pietrasanta e sul circuito  ticketone.it. Ingo 0584 265757 www.versilianafestival.it

 

 

I PROSSIMI SPETTACOLI DEL 41° FESTIVAL LA VERSILIANA

( programma completo su www.versilianafestival.it)

domenica 16 agosto

Versiliana Cinema

proiezione del film d’animazione “Oceania”

lunedì 17 agosto

Si, Viaggiare”

Omaggio a Lucio Battisti

Rockopera

mercoledì 19 agosto

Lezione semiseria di un uomo dal fiore in bocca”

con CORRADO TEDESCHI e CLAUDIO MONETA

giovedì 20 agosto

Diamoci del tu”

di Norm Foster

con GAIA DE LAURENTIS e PIETRO LONGHI

venerdì 21 agosto

L’amore segreto di Ofelia”

di Steven Berkoff

con CHIARA FRANCINI

sabato 22 agosto

Versiliana Cinema

proiezione film d’animazione

Mary Poppins

domenica 23 agosto

Edgar Allan Poe

Assassini”

di e con GENNARO DUCCILLI

( Teatro dei Pinoli)

lunedì 24 agosto

L’orchestra Nico Gori Swing 10tet

in “Swingin’ Hips”

special guest Ernesto Tacco in tip tap dancer

spettacolo a sostegno della Fondazione Firenze Radioterapia Oncologica Onlus

martedì 25 agosto

Versiliana Cinema

Omaggio al Cinema Toscano

Proiezione del film “Il Ciclone”

mercoledì 26 agosto

Versiliana Cinema

proiezione del film d’animazione

Pinocchio”

giovedì 27 agosto

Versiliana Cinema

Omaggio al Cinema Toscano

proiezione del film “Ovosodo”

29 agosto

Versiliana Cinema

proiezione del film d’animazione “ Biancaneve e i sette nani”

30 agosto

Musica e Parole “Pino è mille culure”

conduce DARIO SALVATORI

direzione artistica FRANCO FASANO

con la partecipazione di Giorgio Verdelli

Share