L’Amministrazione Comunale ringrazia la Federazione Speleologica Toscana per le attività scientifiche nell’Antro del Corchia

Domenica 28 Febbraio la Federazione Speleologica Toscana ha iniziato il nuovo progetto di colorazione all’interno del Corchia; la fluoresceina, utilizzata per questo tipo di attività, è un colorante non inquinante che permette di tracciare il percorso delle acque nel sottosuolo. Gli speleologi che hanno operato per questo progetto si sono divisi in due squadre: la prima aveva il compito di lavorare all’esterno della grotta per il posizionamento e recupero dei captori, indispensabili per verificare quando e dove il colorante trasportato dall’acqua tornerà in superficie. La seconda squadra ha invece lavorato in grotta: entrando dal Serpente e raggiungendo il Pozzo del Pendolo hanno mescolato il colorante all’acqua dando ufficialmente il via al tracciamento. Tutte le operazioni sono state eseguite con l’ausilio delle corde in possesso della Commissione Scientifica della Federazione Speleologica Toscana e rispettando tutte le procedure di sicurezza Covid-19. Adesso non resta che aspettare e vedere quando e dove il colorante tornerà in superficie per tentare di capire meglio l’idrologia sotterranea dell’area del Corchia.
“Ringraziamo la Federazione Speleologica Toscana”, commenta l’Amministrazione, “per questa attività scientifica condotta anche quest’anno all’interno dell’Antro del Corchia che ha ancora tanti segreti da rivelarci e che costituisce un patrimonio ambientale straordinario da conoscere e valorizzare. Fare queste attività aumenta l’importanza di questo sito e ci darà nuove notizie sulla storia di questo ambiente unico al mondo”.

Share