Il Sindaco dichiara sugli organi di stampa di non essere interessato alle contestazioni dei genitori, e non solo, in merito alla sua decisione di chiudere la scuola materna di Mulina, noi invece, come gruppo di opposizione all’amministrazione Verona, plaudiamo alle iniziative intraprese contro questa ennesima sciagurata decisione.

Un urlo, potremmo definirlo, nell’assordante silenzio che sembra aver portato la comunità di Stazzema nell’indifferenza più assoluta verso le sorti del proprio territorio.

Purtroppo ciò che dichiara il Sindaco sulla stampa non rassicura per niente, visto che viene confermata dalle sue parole l’assenza delle risorse economiche necessarie alla realizzazione dell’intervento di demolizione e ricostruzione della materna di Mulina.

In considerazione di questo, ci chiediamo allora quale sia l’urgenza di spostare i bambini da Mulina a Pontestazzemese? Perché non si attende, come del resto hanno fatto in tanti altri comuni, di essere pronti ad iniziare i lavori prima di sgomberare la materna di Mulina? Siamo certi che chiunque abbia un minimo di buon senso si pone questi interrogativi, oltre al fatto che i bambini si ritroverebbero a condividere tutti gli spazi (attualmente l’Aula magna, dove sono sistemati) con gli alunni di Ruosina, andando di fatto a creare una “Materna unificata”. Che sia questo il progetto?

Considerato che il Sindaco Verona e la sua amministrazione non perdono occasione per pubblicare sulla stampa tutti i magnifici progetti che portano avanti, è sorprendente che anche questa decisione, come quella della chiusura del nido di Pontestazzemese, l’eliminazione del medico del 118, la realizzazione dell’impianto di pirogassificazione di Col Del Cavallo, solo per citare quelli più eclatanti, non sia stata pubblicizzata enfatizzata dagli stessi, ma sia stata resa pubblica solo grazie all’interessamento di alcuni cittadini.Naturalmente il nostro gruppo è favorevole a qualsiasi tipo di intervento che vada a migliorare le condizioni dei nostri edifici scolastici, ma purtroppo i tanti fallimenti dell’amministrazione Verona e la sua totale inaffidabilità, ci portano ad essere diffidenti ed a pensare che anche in questo caso, dietro un faraonico progetto, si nasconda invece l’ennesima privazione di servizi al territorio.

Vorremmo ricordare al Sindaco Verona e alla sua amministrazione che i cittadini di Stazzema stanno ancora attendendo i lavori di efficientamento energetico, per oltre 500.000 euro delle scuole elementari e medie di Pontestazzemse, che il Sindaco garantiva sarebbero stati completamente ultimati entro il settembre 2019, il ripristino del Teleriscaldamento di Volegno e Pruno, che lo stesso sindaco aveva garantito che sarebbe stato completamente ultimato entro il primo aprile 2019; i lavori al Santuario del Piastraio di Stazzema e di San Leonardo a Cardoso, per i quali era stato garantito l’immediato inizio lavori già all’inizio del 2019; i lavori di messa in sicurezza della viabilità di accesso alla frazione di Pruno per i quali sempre Verona aveva garantito l’inizio lavori a luglio 2019; la ristrutturazione della scuola di Terrinca per un importo di oltre 1.000.000 di euro e la lista potrebbe purtroppo continuare all’infinito.

Nonostante abbiamo richiesto all’amministrazione comunale ed agli uffici competenti informazioni certe e la relativa documentazione sul progetto di Mulina, ad oggi non ci è stato ancora consegnato niente.

Non appena saremo in possesso della documentazione, se esiste, potremo avere un quadro più chiaro della situazione, nel frattempo rimaniamo con i nostri dubbi e le nostre preoccupazioni, visto che le esperienze passate purtroppo ci hanno dato sempre ragione.

Pontestazzemese, 22 gennaio 2020

I Consiglieri Comunali del gruppo di opposizione Stazzema Bene Comune

Share