Stazione ferroviaria: soddisfazione per l’avvio dell’ultima fase di riqualificazione dello scalo da parte di RFI. Il commento dell’Amministrazione comunale e ulteriori dettagli sul progetto

L’Amministrazione comunale di Seravezza esprime soddisfazione per l’avvio della seconda fase di riqualificazione della stazione di Querceta annunciata oggi da Rete Ferroviaria Italiana. «Si va verso la conclusione del progetto avviato un paio d’anni fa per ammodernare lo scalo ferroviario, renderlo più funzionale e gradevole sotto il profilo estetico, ma anche per farne un vero e proprio hub della mobilità locale versiliese», dichiara a nome dell’Amministrazione comunale la vicesindaco Valentina Salvatori. «In attesa della realizzazione di quest’ultimo lotto è doveroso ringraziare fin d’ora RFI per l’attenzione rivolta alla nostra stazione e per l’importante investimento compiuto e il Comune di Forte dei Marmi per la partnership che ha permesso soprattutto di concretizzare il progetto del nuovo sottopasso viaggiatori, già pienamente fruibile».

L’impresa incaricata da RFI ha iniziato stamani l’allestimento del cantiere sul lato esterno della stazione ferroviaria, lungo la statale Aurelia. Proprio il fronte stazione sarà oggetto di rilevanti modifiche, e non solo di natura estetica. Sul lato Massa sorgerà il nuovo bici park, che in futuro sarà direttamente collegato alle piste ciclabili di via delle contrade e via Federigi e, da lì, al corridoio ciclabile della costa tirrenica. Sul lato opposto della stazione, con l’arretramento verso monte dell’attuale muro di recinzione dello scalo, nascerà invece un nuovo spazio pubblico. Una piazzetta con alberi e panchine utile ai viaggiatori in attesa, ma aperta alla fruizione pubblica, in connessione con il contesto urbano circostante e in un’ottica di complessiva valorizzazione di questa zona del centro. Sempre sul fronte principale, il progetto prevede la creazione di nuovi spazi di fermata per gli autobus (con pensilina) e di sosta per i taxi. Gli attuali parcheggi per le vetture private saranno confermati in parte – stante anche la forte disponibilità di posti nell’area dell’ex terminal – a tutto vantaggio di un più ordinato assetto dell’ingresso principale alla stazione. L’intervento sulle facciate sarà orientato al recupero, per quanto possibile, delle caratteristiche architettoniche originarie del fabbricato. Verranno eliminati ad esempio i rivestimenti in mattoncini realizzati negli anni Settanta e sarà ripristinata la finitura a intonaco. I tre archi centrali sul prospetto esterno torneranno ad essere valorizzati grazie alla sostituzione dell’attuale pensilina con una copertura in vetro e metallo meno impattante e con la installazione di nuovi infissi.

«Come annunciato dalle Ferrovie, ci sarà poi il restyling della pensilina del secondo binario, arriveranno i nuovi servizi igienici, sarà rinnovata la sala d’aspetto viaggiatori: opere che, con quelle già portate a termine, ci consegneranno una stazione davvero nuova, moderna, efficiente, del tutto riqualificata», dichiara la vicesindaco Salvatori. «Non solo. Il collegamento pedonale finalmente realizzato fra il centro del paese e il parcheggio all’ex terminal attraverso il nuovo sottopasso, il bici park, gli spazi per i taxi e i bus, la posizione stessa della stazione al centro della rete viaria e ciclabile versiliese, aprono tutta una serie di possibilità di sviluppo dello scalo a servizio della mobilità e di stimolo alla nascita di nuove attività legate alla fruizione del territorio (noleggio bici o servizi informativi, ad esempio). Idee da sviluppare proseguendo, perché no, la proficua collaborazione avviata con RFI e Comune di Forte dei Marmi».

 

Share