Stazione ferroviaria: soddisfazione per l’avvio dei lavori per il prolungamento del sottopasso viaggiatori annunciato oggi da Ferrovie, primo step del progetto di riqualificazione che si completerà nell’arco del biennio 2019-2020. L’intervento è possibile grazie al contributo di 255 mila euro delle municipalità di Seravezza e Forte dei Marmi20180904_stazione-querceta_6483

Il prolungamento del sottopasso viaggiatori annunciato oggi da Rete Ferroviaria Italiana – che anticipa il piano complessivo di restyling dello scalo versiliese previsto da Rete Ferroviaria Italiana per il prossimo biennio – è frutto della collaborazione tra RFI e i Comuni di Seravezza e Forte dei Marmi e della comune volontà delle due Amministrazioni di potenziare e migliorare lo scalo, privilegiata porta d’accesso per chi sceglie i servizi ferroviari per raggiungere e visitare la Versilia Storica. Seravezza e Forte dei Marmi contribuiscono con un finanziamento di 255 mila euro. «La decisione dei due Comuni è risultata determinante per garantire alla stazione di Querceta priorità d’intervento nell’ambito del programma di RFI a livello regionale e per coinvolgere Ferrovie in una progettualità ancor più ambiziosa rispetto a quella iniziale», spiega il vicesindaco di Seravezza Valentina Salvatori, componente del gruppo di lavoro che ha seguito il progetto. «Il parcheggio dell’ex terminal merci – messo finalmente e completamente al servizio della stazione – dà corpo infatti all’idea di scalo ferroviario come nodo d’interscambio fra diversi tipi di mobilità pubblica e privata locale (auto, bus, taxi, treni, bici) con un ruolo importante rivestito anche dall’impegno delle Amministrazioni nello sviluppo della rete ciclabile. La valenza strategica del progetto è stata riconosciuta anche dalla Regione Toscana, che ha seguito da vicino il percorso con l’assessore Vincenzo Ceccarelli», conclude Salvatori.

L’intesa sarà formalizzata con apposita convenzione. RFI si accollerà la progettazione, la direzione lavori e la realizzazione materiale del prolungamento del sottopasso, l’installazione a proprie spese di due nuovi ascensori per l’accesso al primo e al secondo binario, al collaudo complessivo del gruppo di tre ascensori (compreso quello a servizio del parcheggio che sarà finanziato dagli enti locali) e, dopo l’apertura degli impianti al pubblico, alla loro manutenzione ordinaria e straordinaria e alla vigilanza, pulizia, fornitura elettrica, videosorveglianza e gestione del pronto intervento. Il Comune di Forte dei Marmi interverrà con un contributo di 150 mila euro. Seravezza verserà 105 mila euro una tantum più una quota annuale di 7.500 euro per la manutenzione dell’ascensore a servizio del parcheggio. Nel computo degli oneri a carico di Seravezza l’accordo considera anche quelli che sono occorsi al Comune per attrezzare l’ex terminal merci a parcheggio pubblico (asfaltatura, delimitazione, illuminazione, ecc.).

Prolungato il sottopasso, RFI proseguirà nel 2019-2020 con gli altri interventi a proprio esclusivo carico finalizzati a ridisegnare, migliorare e rendere più sicura la stazione. Tra le molte novità previste, interessante quella che porterà alla realizzazione di una vera e propria “velostazione” sul lato nord dello scalo ferroviario. Una collocazione ideale visto che il Comune di Seravezza intende prolungare l’attuale pista ciclabile di via delle Contrade sfruttando l’asse di via Ragazzi del ’99 che termina in piazza Alessandrini e sulla Statale Aurelia proprio di fronte alla futura “stazione delle bici”. Questo nuovo tratto di ciclopista, con quello che Forte dei Marmi sta immaginando tra la via Emilia e il centro del paese, darebbe definitiva concretezza alla visione di un ininterrotto collegamento ciclabile fra il mare e la stazione, avviato da Seravezza con il percorso ciclopedonale realizzato in due fasi lungo via Federigi.

«Nell’arco degli ultimi diciotto mesi, abbiamo affrontato con Ferrovie il tema della stazione ferroviaria sotto molteplici aspetti, partendo dagli interventi sul decoro e sull’organizzazione della sosta realizzati dal Comune sul fronte stazione nella primavera del 2017 e proseguendo con i provvedimenti successivamente adottati da RFI per contrastare i bivacchi notturni all’interno dello scalo», ricorda il sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella. «Oggi si concretizza anche la preziosa collaborazione con il Comune di Forte dei Marmi, che interviene con un finanziamento importante e determinante per prolungare il sottopasso e fare dell’ex terminal merci il vero e proprio parcheggio della stazione, aprendoci a tutta una nuova prospettiva di collegamento tra un lato e l’altro della ferrovia nel centro di Querceta ma anche, più in generale, tra il litorale e l’entroterra. Una sinergia che con Forte dei Marmi stiamo portando avanti anche su altri importanti tavoli».

«Siamo molto contenti di lavorare a fianco del Comune di Seravezza e di RFI per la riqualificazione della stazione di Querceta, infrastruttura che serve anche il paese di Forte dei Marmi», commenta il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi. «È nostro intendimento proseguire la collaborazione e terminare un progetto atto a collegare in maniera più strutturata ed efficiente il territorio versiliese: dall’interno alla costa, dalla stazione di Querceta alla pista ciclopedonale tirrenica, per valorizzare le nostre zone e garantire un servizio che migliori la qualità della vita di residenti ed ospiti».

Share